Archive

Archivio dell'autore

Ceccano, il bel San Giovanni, le foto


collage san giovanniSuggestiva processione di San Giovanni a Ceccano, alla vigilia della festa: non tanta gente, ma si sa che San Giovanni è un po’ dimenticato dai Ceccanesi che fino a qualche decennio fa tenevano la bellissima statua del 1863, rinchiusa dentro “agli casson’”, oggetto anche di sonori elementi blasfemici, arricchiti dal riferimento al poco nobile contenitore.  I carabinieri in alta uniforme hanno dato autentico segnale della presenza della Repubblica. Purtroppo la statua è stata costretta di nuovo in via Magenta,  all’orribile zigzagare fra le bancarelle, con tanto di effluvio alla porchetta e contorno sonoro dei generatori. In più, quest’anno, ci si sono messi i cavi volanti dei collegamenti elettrici, con i portatori costretti a faticosi abbassamenti e sollevamenti della pesante macchina processionale. Certo, si poteva sgombrare il percorso dalle macchine, si potevano illuminare un po’ di più le strade del centro città, creando così quell’atmosfera di festa che è un po’ mancata, si poteva ritirare l’immondizia puzzolente in via Pietra Liscia…  ma c’è sempre tempo per migliorare.

qui le foto

C’è bisogno di Parola 1: Si chiamerà Giovanni


giov45E’ il primo intervento in una nuova rubrica su http://www.alessioporcu.it

E’ lì che si erge come un gigante: i padri della Chiesa sostenevano che Giovanni, figlio di Zaccaria e di Elisabetta, chiudesse l’antica alleanza, fosse l’ultimo dei profeti, chiamato a spianare la strada al Messia, al Cristo. Gesù lo definisce il più grande di tutti (inter natos mulierum non surrexit maior Joanne Baptista): ma Giovanni Battista è un modello per tutti. Coerente, coraggioso, capace di dire le cose che nessuno ha il coraggio di dire, onesto, pronto a pagare personalmente per le sue idee, per le sue posizioni.

Un estremista? Un fondamentalista? Forse ma certamente in grado di dire la Parola al momento giusto e di dirla a tutti, non soltanto ai deboli, accarezzando magari i forti.

Voce di uno che grida nel deserto è davvero una figura notevole cui, in questa interessante settimana, possiamo collegare quelle di due preti che hanno diviso, lacerato primo_mazzolari_1347869e anch’essi hanno pagato duramente per le loro posizioni. Don Primo Mazzolari e don Lorenzo Milani sono degli obbedienti in piedi: non hanno manifestato il loro disaccordo con le gerarchie ecclesiastiche di quei tempi, sbattendo la porta ma sono rimasti al loro posto, servendo le comunità parrocchiali dove erano stati mandati, obbedendo appunto, ma in piedi.

Tre profeti in un mondo che non ha più il coraggio di dire ciò che Dio direbbe in questo momento.

E’ il ruolo del profeta, di colui che si interroga e prova a rispondere alla domanda: di fronte a questo problema Dio che direbbe, come si comporterebbe. Da questo discernimento nasce la Parola, attraverso le parole dei profeti, coloro che parlano al posto di Dio

Abbiamo bisogno di Parole così in un mondo in cui invece ciascuno ritaglia il proprio particolare interesse, cambia casacca in un momento, si rifugia dietro il “fanno tutti così” o il “c’è ben altro”, non assumendoci mai le nostre responsabilità.

Giovanni, Primo e Lorenzo possono essere degli esempi da cui ricominciare.

qui il post originale

Voce di chi grida nel deserto


nella Solennità di S. Giovanni Battista, Agostino d’Ippona ci spiega l’importanza

Pietroalviti's Weblog

giov

    La Chiesa festeggia la natività di Giovanni, attribuendole un particolare carattere sacro. Di nessun santo, infatti, noi celebriamo solennemente il giorno natalizio; celebriamo invece quello di Giovanni e quello di Cristo. Giovanni però nasce da una donna avanzata in età e già sfiorita. Cristo nasce da una giovinetta vergine. Il padre non presta fede all’annunzio sulla nascita futura di Giovanni e diventa muto. La Vergine crede che Cristo nascerà da lei e lo concepisce nella fede.
    Sembra che Giovanni sia posto come un confine fra due Testamenti, l’Antico e il Nuovo. Infatti che egli sia, in certo qual modo, un limite lo dichiara lo stesso Signore quando afferma: «La Legge e i Profeti fino a Giovanni» (Lc 16, 16). Rappresenta dunque in sé la parte dell’Antico e l’annunzio del Nuovo. Infatti, per quanto riguarda l’Antico, nasce da due vecchi. Per quanto riguarda il Nuovo, viene proclamato profeta…

View original post 247 altre parole

Ceccano, il vescovo a San Giovanni: non arrendetevi


ves san giovNon arrendersi alla insignificanza, al tanto io non ci posso far niente: ecco l’invito chiaro del vescovo Spreafico alla celebrazione della vigilia della festa patronale. Il presule ha esordito evidenziando come spesso di dimentichiamo di Dio ed abbiamo perciò bisogno di persone che si assumano il compito di parlare agli altri in nome di Dio, i profeti come Giovanni battista. Il vescovo ha quindi invitato i presenti a comportarsi come Giovanni, a mettersi in ascolto di Dio e a parlare con le parole di Dio. Il profeta sa che le sue parole – ha detto mons. Spreafico, vengono da Dio, non sono il frutto delle proprie capacità: la sua virtù è l’umiltà, la consapevolezza che tutto viene da Dio.

Ceccano, il programma del Festival Francesco Alviti 2017


IX festival manifesto blogSi comincerà il 27 giugno con l’Orchestra e il Coro del Liceo di Ceccano e si finirà il 5 luglio con l’Orchestra di Fiati Città di Ferentino, 8 serate di musica e di amicizia per ricordare Francesco, a 9 anni dalla sua scomparsa e per trasformare la tragica morte di un giovane musicista in un’occasione di condivisione dell’arte e della bellezza. La serata inaugurale della IX edizione del Festival Francesco Alviti vedrà sulla scena l’Orchestra e il Coro del Liceo di Ceccano, la scuola superiore frequentata da Francesco. I due complessi, quello orchestrale, Juvenis Harmonia Fabraterna, e quello corale, Ludica Vocalia Fabraterna, saranno diretti da Massimiliano Malizia. Appuntamento il 27 giugno, martedì, alle ore 21,30 in Piazza San Giovanni. Il giorno dopo, mercoledì 28 giugno, sul sagrato ci sarà la Fanfara della Polizia di Stato, diretta da Secondino Di Palma. E’ prevista la presenza del Questore di Frosinone. Il 29, giovedì, toccherà alla musica sinfonica con gli ensembles dell’Orchestra Sinfonica Francesco Alviti, diretta da Mauro Gizzi. Il giorno successivo, il 30 giugno, si cambia completamente genere con festival collage2 l’Amaseno harmony Show band, diretta da Natalino Como, recentemente oggetto di una tesi di laurea alla Scuola di musica di Fiesole. Sabato 1° Luglio ci sarà il Palco all’Opera dei solisti e del Coro Josquin Des Pres, Concentus Musicus Fabraternus, diretti da Mauro Gizzi, mentre il 2 toccherà ad Ekoperkussivo, una serata dedicata al mondo delle percussioni. Il 4 luglio vedremo in scena la Banda Giovanile di Ferentino, diretta da Luigi Bartolini, mentre la serata conclusiva, il 5 luglio, è affidata all’Orchestra di Fiati Città di Ferentino, con il suo direttore Alessandro Celardi, in procinto di partecipare al campionato del mondo di Kerkrade in Olanda

Tutte le serate avranno inizio alle ore 21,30

Lo stupro contro le donne della nostra terra: il maggio del 44, convegno a Castro dei Volsci, sabato 24 giugno


Una tavola rotonda ed uno spettacolo teatrale di Cristicchi per capire meglio quanto avvenne in queste terre nella seconda metà di maggio del 1944. Il tutto a Castro dei Volsci, sabato 24 giugno, con inizio alle ore 17,30. Fra i relatori, lo storico Carloni, il più auterovole studioso del Corpo di Spedizione Francese nella campagna d’Italia

castro

 

Ceccano, raccolta differenziata, anche in questo caso bisogna scrivere a Castro


percrifGrande soddisfazione a Castro dei Volsci: il comune è stato premiato da Lega ambiente per i risultati raggiunti nella raccolta differenziata, con oltre il 66% dei rifiuti differenziati. A Ceccano non si conoscono i dati: nel 2015 si era fermi al 58%. ma tale dato pare si sia andato man mano abbassando

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: