Archive

Archive for febbraio 2016

Ceccano, via S. Sebastiano, pedoni al centro

29 febbraio 2016 1 commento

Prosegue la situazione di rischio a Ceccano per i pedoni che percorrono via S. Sebastiano: il parcheggio selvaggio delle automobili, l’occupazione dei marciapiedi da parte di pubblici esercizi, li costringono infatti a camminare al centro della carreggiata. Forse ci sarà qualche ordinanza sindacale che avrà deciso così… Sono anni che nessuno intervieneseba

 

Francesco, percussionista di Dio, a Ceccano la musica contro gli inquinatori

29 febbraio 2016 Lascia un commento

coroorchIl livido cavallo montato dalla Morte che perseguita coloro che vogliono distruggere la terra: la terribile immagine del libro di Apocalisse, all’apertura del IV sigillo, ha costituito il momento apicale dell’emozionante concerto del Concentus Musicus fabraternus Josquin Des Pres e dell’Orchestra  Sinfonica Francesco Alviti a Ceccano, domenica 28 febbraio: i due complessi hanno interpretato il Ludus Choralis del m° Giuseppe Agostini, uno dei maggiori musicisti italiani viventi. Il concerto era dedicato a Francesco Alviti, giovane percussionista scomparso 7 anni fa, dopo aver vanamente lottato contro la malattia e ad altri giovani, Irene Di Mario, Ilaria Pirri,agos Fiammetta Misserville, come pure ai m° Pio Di Meo e Rico Gizzi Il Ludus Choralis, la festa del coro, ha tracciato un affresco celebrativo della musica capace di interpretare gli elementi più profondi della vita: la composizione di Agostini ha preso le mosse dalla fondazione della musica moderna, il gregoriano e le scuole poetiche, per poi passare alla rappresentazione sacra con l’àgnostos theòs, del libro degli Atti, il dio ignoto di cui siamo tutti il seme,  e  l’ippos cloròs, il livido cavallo, strumento della vendetta di Dio contro chi rovina la terra. In questa drammatica rappresentazione, in questo anatema contro i distruttori della terra, i mali del mondo, raffigurati nelle passioni di Francesco, di Ilaria, di Irene, di Fiammetta, sono presentati alla speranza della fede, per cui la bontà di Dio ci libera dal timmale: il suono conclusivo dei timpani affidato a Fabrizio Bartolini, amico di Francesco, ha manifestato la potenza della musica, capace di vincere la tragedia. Il Ludus Choralis, composto per il XXV anniversario di attività artistica del Concentus Musicus Fabraternus Josquin Des Pres, è stato interpretato dalle voci soliste di  Vittoria D’Annibale, soprano, Fabiola Mastrogiacomo, mezzosoprano, Enrico Talocco, tenore, ed Alessandro Della Morte, basso,  dal coro polifonico del Concentus e dall’Orchestra Sinfonica Francesco Alviti, diretti da Mauro Gizzi. Serata di grande commozione con la chiesa di S. Giovanni in Ceccano  piena di gente, nonostante la tempesta in corso

Qui le foto della serata

e l’interpretazione di Google

Frosinone, gravissimo incidente incrocio Asi… ma la rotonda, no!

29 febbraio 2016 Lascia un commento

morolense mancaSe ci fosse stata la rotonda, che pure è stata realizzata a poche centinaia di metri di distanza, l’incidente non ci sarebbe stato: sono dovute intervenire due eliambulanze per soccorrere i feriti di un terrificante scontro stamane all’incrocio tra la strada Asi Armando Vona e la provinciale per Supino Patrican Morolense Manca. Più mezzi si sono scontrati con violenza ed il bilancio è di due feriti molto gravi e tantissimi danni. Quell’incrocio genera continuamente incidenti, eppure gli enti gestori non riescono a realizzare una rotonda che eliminerebbe gran parte della pericolosità. Sono i misteri della regolazione del traffico in Provincia di Frosinone: le rotonde si fanno qua e là, senza che ci sia alcuna logica programmatoria. Si fanno immediatamente dove ci sono centri commerciali, non si realizzano dove servirebbero a tutelare la vita dei cittadini e ad eliminare le file. E’ il caso di via Vona, e ancora dell’incrocio con la Monti Lepini, dello svincolo autostradale al casello di Frosinone, dell’incrocio tra la via Morolense e viale Fabrateria Vetus a Ceccano. Cos’altro dobbiamo aspettare?

Solo così riesco ad accettare tutto

29 febbraio 2016 Lascia un commento

coropano

E’ tardissimo, ma e’ giusto che ti racconti. Come e’ andata??? Tu che dici, …splendidamente. Abbiamo cantato…forse pregato, almeno molti di noi, sembrava di essere in paradiso, o meglio una richiesta di paradiso su questa terra…grazie alla musica che ci fa comunicare meglio delle parole ….Do, Re, Mi….Ben-esto-affanno-delittuoso-amare-e-dulze-pena-ben-si-po-chiamare….ipsius enim…agnosco Theo….Dona nobis pacem..Benedicite Domino…..Amen.
un’opera completa grazie al maestro Giuseppe Agostini.
Che dire…quasi non ho parole. Eri con noi, con i tuoi amici, con Fabrizio…
mi sono emozionata…….davvero non trovo le parole per dirti che ci manchi, ma grazie a Dio che ci ha dato di averti conosciuto e avuto tra noi. E non sono parole inutili o frasi fatte, nulla accade solo per caso, ne sono certa senza di te, tutto questo non ci sarebbe stato, le cose belle che ci hai lasciato ne sono la conferma, gli amici che ancora ti ricordano, l’orchestra, i concerti, le foto che ogni tanto vengono pubblicate.
Avrei preferito averti qui ancora piu’ di mille concerti certamente, ma non e’ stato cosi, e non possiamo farci nulla, soltanto sublimare il dolore di questo distacco, ed essere virtuosi, come Gesu’, forti, prudenti, giusti e temperanti. Oltre che utilizzare la fede la speranza e la carita’.
Solo cosi’ riesco ad accettare tutto. Grazie Signore.
Grazie France’ e ciao. Mamma

Ayres de tango, masterclass di musica e cultura latino americana dal 29 febbraio al Liceo di Ceccano

28 febbraio 2016 Lascia un commento

Ayres de tango 2016Un masterclass di musica e cultura  latino americana per le classi musicali del Liceo di Ceccano e per tutti gli appassionati della tradizione latina. Lo condurrà il m° Mario Luis Zeppa, argentino, docente presso la Escuela Nacional de Musica di Rosario e l’Universidad de Murcia, Spagna. L’iniziativa è del Concentus Musicus Fabraternus Josquin des Pres e del Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano  Il corso inizierà lunedì 29 febbraio e si terrà nell’Aula Magna Francesco Alviti fino a lunedì 7 marzo, al pomeriggio dalle 14 alle 16,30. Sono ammessi tutti gli strumenti e le voci. Il corso si concluderà con un concerto il cui ensemble sarà formato dai migliori strumentisti partecipanti, a scelta del maestro Zeppa.

Parte del corso è tenuta in spagnolo, pertanto si consiglia vivamente la partecipazione agli allievi del corso linguistico. Le iscrizioni saranno accettate secondo l’ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Coordinatrice del corso è la prof.ssa Vittoria D’Annibale

Ai partecipanti sarà rilasciato l’attestato del corso.

Ludus Choralis, il programma di sala aumentato 2.0 per il concerto di stasera a Ceccano

28 febbraio 2016 Lascia un commento

Ecco il programma di sala in modalità aumentata 2.0 per il concerto in programma stasera, domenica 28 febbraio, alle ore 21 in S. Giovanni a Ceccano: Ludus Choralis di Giuseppe Agostini in prima mondiale assoluta e  Requiem – Lacrymosa di Mozart in memoria di Francesco Alviti, Ilenia Pirri, Irene Di Mario, Pio Di Meo, Fiammetta Misserville, Rico Gizzi

lud

qui il programma 2.0

La filosofia di Umberto Eco, dai nudi nomi al vetero-realismo

28 febbraio 2016 Lascia un commento

filosdi Mario De Caro

Come la maggior parte degli italiani alfabetizzati, ho sentito parlare di Umberto Eco molto presto. Avevo, credo, dodici anni quando lessi la Fenomenologia di Mike Bongiorno, che nell’Italia del boom giocò un ruolo assai maggiore della Fenonomenologia dello spirito di Hegel.
Entusiasta di quel testo, lessi poi un altro racconto di Eco, Nonita (per capire solo vari anni dopo che era una parodia di Lolita), e le sue formidabili stroncature dei classici da parte di immaginari critici coevi. Poi passai ai suoi testi di semiotica e di estetica e, soprattutto, al suo Come si fa una tesi di laurea, testo capitale per tutti i laureandi in discipline umanistiche prima dell’affermazione di internet. Poi venne il 1980 e Il nome della rosa. Lo lessi due volte in una settimana, tanto fu il mio entusiasmo per le avventure di Guglielmo di Baskerville, di Adso da Melk e di Jorge da Burgos. Mi divertii moltissimo a decrittare i giochi letterari echiani: i giochi borgesiani, le citazioni di Voltaire, la ripresa di peso della Storia di fra Michele Minorita. Allora, però, non avevo ancora gli strumenti culturali per capire che che sullo sfondo di quel geniale romanzo c’era la veneranda questione filosofica del realismo, rispetto alla quale trent’anni dopo avrei collaborato con Eco nel volume Bentornata realtà (Einaudi)

continua a leggere qui 

 

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie: Instructional Technology Consultant

Edtech Tools & Strategies for Teachers

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: