Archive

Archive for dicembre 2015

Mal’aria, il giorno dei record, Ceccano, Cassino, Frosinone sfidano Pechino

31 dicembre 2015 Lascia un commento

Ceccano a 190, Frosinone 188, Cassino 184: le cittadine della provincia di Frosinone sfidano il gigante cinese provando a raggiungerne i livelli di inquinamento. e mentre respiriamo veleni, le amministrazioni comunali annaspano disperatamente tentando impossibili equilibri tra l’opinione pubblica che vorrebbe provvedimenti radicali e gli interessi commerciali. Ecco che ne vengono fuori quelle delibere ridicole con il divieto di circolazione per pochissime ore e per altrettanto pochissimi veicoli.

Ecco la situazione del 30 dicembre

pm103012

qui i dati

Te Deum laudamus

31 dicembre 2015 1 commento

Il canto del Te Deum, inno di ringraziamento per eccellenza, accompagna le celebrazioni del 31 dicembre.

te deum

L’inno Te Deum laudamus, con cui tradizionalmente ringraziamo il Signore Dio dei benefici da Lui ricevuti, pure se detto “inno ambrosiano”, è una composizione poetica adesso attribuita con certezza a Niceta di Remesiana, intorno all’anno 400.Originariamente si rivolgeva a Cristo Dio e Signore: “Te (o Cristo) noi lodiamo Dio! Te (o Cristo) noi professiamo Signore!”. Successivamente, con l’attenuarsi delle eresie sulla Persona Divina e sulla Divina Signoria di Gesù, poco alla volta la pietà cristiana lo ha indirizzato al Padre e al Figlio e allo Spirito; infatti, con questa qualificazione trinitaria noi lo abbiamo recepito e a nostra volta lo trasmettiamo. Nella Chiesa cattolica il Te Deum è legato alle cerimonie di ringraziamento; viene tradizionalmente cantato la sera del 31 dicembre, per ringraziare dell’anno appena trascorso, oppure nella Cappella Sistina ad avvenuta elezione del nuovo pontefice, prima che si sciolga il conclave.Nella Liturgia delle Ore trova il suo posto nell’Ufficio delle letture, nelle solennità e nelle feste, in tutte le domeniche, nei giorni fra l’ottava di Natale e quelli fra l’ottava di Pasqua. Diversi autori si contendono la paternità testo.

Tradizionalmente veniva attribuito a san Cipriano di Cartagine oppure, secondo una leggenda dell’VIII secolo, si è sostenuto che fosse stato composto a due mani da sant’Ambrogio e da sant’Agostino il giorno di battesimo di quest’ultimo, avvenuto a Milano nel 386, per questo è stato chiamato anche inno ambrosiano.Oggi gli specialisti attribuiscono la redazione finale a Niceta, vescovo di Remesiana (oggi Bela Palanka) alla fine del IV secolo.Dall’analisi letteraria, l’inno si può dividere in tre parti.
• La prima, fino a Paraclitum Spiritum, è una lode trinitaria indirizzata al Padre. Letterariamente è molto simile ad un’anafora eucaristica, contenendo il triplice Sanctus.
• La seconda parte, da Tu rex gloriæ a sanguine redemisti, è una lode a Cristo Redentore.
• L’ultima, da Salvum fac, è un seguito di suppliche e di versetti tratti dal libro dei salmi. La sua recitazione è facoltativa. Solitamente viene cantato a cori alterni : Sacerdote o celebrante e il popolo.

Ecco come Marc Antoine Charpentier lo interpreta

Blocco all’acqua di rose, Frosinone sfottò nazionale

31 dicembre 2015 Lascia un commento

vallelatinaLivello di inquinamento più alto in Italia e blocco del traffico all’acqua di rose. Difficile dar torto ad Oscar Giannino che dai microfoni di radio24 ha sparato a zero sull’amministrazione comunale di Frosinone, totalmente inane di fronte ai preoccupantissimi dati sulle polveri sottili. Intanto le altre amministrazioni non fanno di più: Ceccano  fa finta di niente, Cassino ha risolto tutto con due giorni di blocco al centro, nessun coordinamento, nessuna idea a lungo termine. Gli altri neppure si pongono il problema. La Provincia fa finta che il problema non sia suo… Attendiamo il vento…

Ecco come racconta il tutto L’Inchiesta

«Perché a Roma si bloccano anche le euro 5 mentre a Frosinone c’è un blocco per finta, che ferma solo auto euro 2 , cioè i “catorci”?». La domanda che si è posto ieri il famoso giornalista Oscar Giannino nel corso della trasmissione di Radio 24 “Mattino 24”, analizzando le notizie dei quotidiani a proposito dell’inquinamento e delle misure di contrasto. Una riflessione che fotografa l’estemporaneità dei provvedimenti dei sindaci nelle città infestate dalle polveri sottili.

continua a leggere qui 

Vinci l’indifferenza, conquista la pace, cristiani in preghiera per la pace, 31 dicembre, 17,30, Frosinone, cattedrale

31 dicembre 2015 Lascia un commento

tedeum2015Ci sarà il ricordo di tutte le guerre e la testimonianza di chi ha subito la schiavitù anche in questi nostri giorni: di fronte alla Cattedrale di S. Maria, insieme al vescovo, mons. Spreafico, giovedì 31 dicembre alle 17,30 i cristiani della diocesi pregheranno per la pace e prenderanno coscienza di quanto male le guerre seminino in ogni momento. Rifletteranno anche su quanti oggi sono ridotti in schiavitù, usati come cose, venduti da trafficanti di ogni genere, che hanno soltanto cambiato nome. Ma tutte questo deve essere superato conbattendo contro l’indifferenza: Vinci l’indifferenza, conquista la pace è infatti il tema della Giornata Mondiale della Pace 2016  Le fiaccole che verranno accese in Piazza S. Maria, dinanzi alla cattedrale di Frosinone, annunceranno l’impegno rinnovato per la pace in tutto il mondo.

E’ un modo diverso di vivere l’ultimo giorno dell’anno: alle 17,30 del 31 dicembre, quando tutti sono affannati preparare cenoni e alla ricerca spasmodica di divertimento, i cristiani e gli uomini di buona volontà testimonieranno il loro impegno per la  pace e per la giustizia. Il vescovo, mons. Ambrogio Spreafico, celebrerà ilTe Deum di ringraziamento e consegnerà alle autorità presenti il messaggio di papa Francesco per la XLIX Giornata Mondiale della Pace, sul tema: Vinci l’indifferenza, conquista la pace. Le Giornate Mondiali della Pace furono istituite da Paolo VI nel 1967, la prima fu celebrata il I gennaio del 1968. Il papa, ogni anno, invia un messaggio a tutti i capi delle nazioni e agli uomini di buona volontà.

Il testo completo del messaggio è leggibile qui

Il blog, analisi del 2015

30 dicembre 2015 Lascia un commento

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Il Museo del Louvre riceve 8,5 milioni di visitatori ogni anno. Questo blog è stato visto circa 180.000 volte nel 2015. Se fosse un’esposizione al Louvre, ci vorrebbero circa 8 giorni perché lo vedessero altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Frosinone, Cassino, mal’aria, la Forestale rileva gravi irregolarità

30 dicembre 2015 Lascia un commento

mal'ariaIl Corpo Forestale dello Stato ha riscontrato gravi irregolarità nell’emissione di fumi da parte dei siti produttivi della Valle Latina. Lo rende noto il sito Meteoweb dove, a firma di Beppe Caridi, si legge:

Frosinone e Cassino risultano tra le città più inquinate d’Italia e il corpo forestale dello Stato di Frosinone ha intensificato i controlli sui siti produttivi che circondano i due territori alla ricerca di irregolarità sulle emissioni nell’atmosfera. In una nota stampa il corpo Forestale ha annunciato oggi controlli a tappetto su decine di aziende con rilievamenti di irregolarità talvolta gravi ma in nessun caso si è proceduto a sequesteo o fermo produttivo. Molto materiale documentale, invece, è stato acquisito, da sottoporre agli inquirenti delle due procure di riferimento, quella di Cassino e quella di Frosinone.

L’emergenza smog non da’ tregua a Frosinone e nelle altri principali citta’ della provincia e cosi’ la Forestale ora passa al setaccio le industrie. Il Comando provinciale della Forestale di Stato ha annunciato i controlli nelle aziende del territorio per accertare il rispetto della normativa in materia di emissioni in atmosfera. Secondo quanto comunica la Forestale, diverse le irregolarita’ gia’ riscontrate. Le verifiche, vista la difficile situazione delle polveri sottili nel frusinate, proseguiranno anche nelle prossime settimane.

qui il post originale

Smog, Frosinone, Ceccano, cassino, c’è bisogno di cambiare modello di trasporto

30 dicembre 2015 Lascia un commento

Un anno fa, alla fine di dicembre, i dati dell’inquinamento per Frosinone e Ceccano erano simili agli attuali eppure non c’era la stessa attenzione mediatica. E’ la prova che la situazione d’ogggi è il frutto di un modello di vita che andrebbe radicalmente cambiato. Pechino è l’esempio del disastro. Ricordo che tanti anni fa, per spiegare ai ragazzi le responsabilità personali nell’inquinamento dell’aria, facevo questo esempio: pensate se i cinesi passassero dalle biciclette ai motorini…

modal-share-for-bycicle-beijing-copenhagen

ecco la situazione per Pechino e Copenhagen sull’uso delle biciclette (indicate nella percentuale verde)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: