Archive

Archive for marzo 2014

Lo scandalo di un papa normale


berg56di Roberto Beretta

Qualche giorno fa, sulla prima pagina di Repubblica, occhieggiava un articolo del teologo Vito Mancuso su “Che ne sarebbe della Chiesa se fallisse Francesco”: “Il suo fallimento sarebbe la fine della luce che si è accesa nell’esistenza di tutti gli esseri umani non ancora rassegnati al cinismo e alla crudeltà della lotta per l’esistenza, sarebbe la fine per gli ideali della spiritualità in Occidente”… Un tantinello esagerato. Il medesimo giorno usciva in libreria Questo Papa piace troppo, volume in cui Giuliano Ferrara, Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro raccolgono le paginate della loro critica culturale (per l’ateo devoto Ferrara) e dogmatico-pastorale (per i tradizionalisti Gnocchi e Palmaro) su Papa Bergoglio, la cui propensione a “rendersi amabile” equivarrebbe a un tradimento della fede, a un accodarsi allo spirito del mondo, a un cedimento al sentimentalismo e al relativismo etico, a un credo da abbracciare a basso prezzo. Insomma, un libro vino nuovoche avrebbe potuto anche intitolarsi: “Che ne sarebbe della Chiesa se vincesse Francesco”… Esagerati anche loro.

Ci troviamo dunque nel bel mezzo di due correnti catastrofiste e contrapposte, due ideologie emotive non di pensatori liberi ed equilibrati, ma di tifosi – manichei come tutti i fans (che è diminutivo di “fanatici”…). Siamo nel mezzo e faremo bene a rimanerci, se non vogliamo ricadere in due papolatrie che, pur da versanti opposti, convergono in una visione di Chiesa in fin dei conti umiliante, sfiduciata e sconfortante: dove ogni cosa, di buono o di cattivo, dipende anzitutto dal vertice.

Continua a leggere qui http://www.vinonuovo.it/index.php?l=it&art=1646

Rocco Papaleo agli studenti: non sprecate il vostro talento


papalNon perdete tempo, coltivate il vostro talento, avete la responsabilità che non vada perso. Così Rocco Papaleo si è rivolto agli studenti riuniti a Melfi per il Mediashow 2014, l’Olimpiade della Multimedialità. Era presenta anche una delegazione del Liceo di Ceccano. “Ognuno di noi – ha detto l’attore lauriota – ha la responsabilità di riconoscere, affinare e coltivare il proprio talento. Non perdete tempo, ma molto più semplicemente seguite e assecondate le vostre attitudini e le vostre passione”.

Qui la cronaca dell’incontro da http://www.melfilive.it/

E’ stato un Rocco Papaleo inedito quello che sabato mattina si è raccontato agli studenti melfitani. A fare da cornice all’evento, organizzato in occasione del Mediashow, la splendida Piazza Duomo gremita in ogni suo angolo quasi a voler dimostrare la grande simpatia e l’affetto infinito per un lucano che ha realizzato il suo sogno. Dalle potenzialità della scuola alle risorse ancora poco sfruttate della nostra Regione, dagli esordi sino al successo sul grande schermo, l’attore e regista originario di Lauria animato dalla solita verve comica e divertente si è staccato dal personaggio e ha posto l’accento sulla sua normalità. “E’ un grande onore per me – ha esordito scherzando – essere qui nel paese più abitato della Basilicata. Amo definirmi una persona normale. Ed è proprio nella quotidianità che un’artista prende spunto per la sua creatività”. Dopo anni di gavetta, per lui è arrivata la consacrazione definitiva nel 2012 con l’esordio come regista con il film “Basilicata Coast to Coast” e poi, due anni dopo, sul palco dell’Ariston a fianco di Gianni Morandi.

Continua a leggere qui http://www.melfilive.it/news/Attualit%C3%A0/277474/news.aspx

Le prime pagine di oggi


postRenzi contro Grasso sulla riforma del Senato, i risultati delle elezioni francesi, e la vittoria del Napoli sulla Juventus

Quasi tutti i giornali di oggi si occupano in apertura della polemica fra il Presidente del Senato Grasso e il Presidente del Consiglio Renzi sulla riforma del Senato: dopo l’intervista in cui Grasso aveva chiesto che rimanesse elettivo, ieri è intervenuto Renzi in difesa della sua riforma e criticando chi difende lo status quo. Il Messaggero apre invece sul testo del decreto che dovrebbe essere presentato entro il 10 aprile per tagliare l’IRPEF sulle buste paga da maggio, mentre i quotidiani sportivi titolano sulla vittoria del Napoli sulla Juventus per 2-0.

qui http://www.ilpost.it/2014/03/31/le-prime-pagine-oggi-130/

Big nomi per ripassare


Fiorello che parla del Risorgimento, Max Pazzali della II Guerra Mondiale, Angelo Pintus del Romanticismo e così via, brevi filmati  di circa due minuti, una specia di big nami diventato big nomi: idee sempli e chiare. Provate, potrebbe essere utile. Ecco Iachetti che ripassa Dante:

iachetti

 

tutte qui Big nomi

Le altre verità, la Calabria e il Risorgimento, il dott. Papandrea al Liceo di Ceccano


papandreaGiulio Cesare Papandrea si definisce un medico prestato alla storia: per tanti anni è stato primario di cardiologia nell’ospedale di Ceccano e in tanti altri nosocomi. Ora la sua vita ha trovato un altro interesse, sempre coltivato pur nella dedizione ai pazienti: la storia ed in particolare quella della Calabria, sua terra d’origine. Così martedì 1° aprile, per l’iniziativa Incontri con l’Autore, il dott. Papandrea presenterà agli allievi del Liceo di Ceccano una delle sue ultime fatiche letterarie: le altre verità, una specie di controstoria del Risorgimento in Calabria con lo scopo di far conoscere i tanti e drammatici risvolti dell’esperienza risorgimentale. Sarà un modo per confrontare le narrazioni dei libri di testo con quella di un riecrcatore che ha provato a riscrivere quella storia sotto un altro punto di vista. La lectio magistralis del dott. Papandrea si svolgerà alle 11,15  nell’Aula Magna Francesco Alviti

qui i materiali illustrativi del libro

specimen papandrea

COPERTINA  60 pdf

 

Chronozoom, per capire quanto siamo piccoli

L’ora della Terra


Alle ore 20.30 di questa sera si celebrerà l’Ora della Terra, la più grande manifestazione globale organizzata dal WWF e che si terrà ormai per l’ottavo anno consecutivo, con il proposito di spegnere le luci per un’ora come gesto simbolico per riflettere sullo stato della Terra, messo a repentaglio dai cambiamenti climatici. Le luci verranno spente su una serie di luoghi simbolo fra i più famosi al mondo Lo scorso anno erano state coinvolte in tutto il mondo oltre 2 miliardi di persone in 7 mila città di oltre 150 nazioni.

qui tutte le info http://www.wwf.it/noi_facciamo/oradellaterra/

Sarà una vera maratona mondiale, una sorta di “ola” che seguirà i vari fusi orari in tutto il mondo, tanto che in alcune zone la manifestazione si è già svolta. Tanti gli eventi in programma anche in Italia, con numerosi monumenti e piazze che per un’ora resteranno a luci spente. Il cuore della manifestazione dell’Ora della Terra sarà Piazza San Pietro a Roma, con testimonial d’eccezione. Il proposito di quest’anno è di cercare di aumentare ulteriormente la mobilitazione: niente male per un evento che nel 2007 aveva coinvolto la sola città di Sydney.

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: