Archive

Archive for aprile 2013

Ribellarsi


902378_662615367086772_1638851629_oCosì mi hanno chiesto alcuni ragazzi durante una trasmissione Rai a cui ho partecipato. Vi propongo il link dell’intervista su ribellione, perdono, scuola, scrittura, insegnamento, scelta, talenti, fallimenti…

A un passo dal possibile. Ribellione e Perdono.

Puntata VI – Ribellione e Perdono.

Alessandro D’Avenia parla di Ribellione e Perdono. “Se smettessi di fare l’insegnante non avrei più niente da raccontare”, rivela l’autore del bestseller “Bianca come il latte, rossa come il sangue, “perché affronto venti ragazzi nel periodo di ribellione, che è la benedizione dell’adolescente, quando finalmente inizia a gestire la sua libertà, inizia a toccare con mano la sua unicità (…), e questa è la finestra da cui entra la realtà delle storie che mi ispirano di più”. Parlando delle sue esperienze intrecciate di scrittore e insegnante, Alessandro D’Avenia spiega la sua idea di ribellione come motore del processo di apertura alla vita e al tempo stesso come elaborazione e scoperta di sensi indispensabile per lo sviluppo della capacità di perdonare e perdonarsi.

“Ribellarsi è giusto o sbagliato?” – “Come facciamo a conquistare e soprattutto a conservare i nostri spazi senza ribellarci?” – “Il perdono può essere segno di debolezza?” – “Perdonare è più difficile di dimenticare?”. Questi alcuni degli interrogativi da cui partono i ragazzi del Liceo Albertelli di Roma per riflettere sul tema della puntata.

post originale qui http://www.profduepuntozero.it/2013/04/25/ribellarsi-e-giusto-o-sbagliato

Giovani e bravi, Denise e Alessio vincono il Concorso Galeazzi per il violino


Denise Langiu e Alessio Gizzi  hanno ottenuto il primo premio sia come solisti di violino che per la sezione musica da camera del Concorso Giangaleazzo Visconti di Roma e dovranno ora esibirsi l’11 maggio  nel concerto di chiusura che si terrà a Roma Chiesa Valdese di P.zza Cavour. Alla XXI edizione del concorso hanno partecipato più di 1000 studenti di tutta Italia. Denise e Alessio  sono allievi della Scuola Media di Ceccano. Complimenti e ad majora.

gizlan

Università, test di accesso: rivoluzione


photo posted on post-gazette.comDIRE – Notiziario scuola) Roma, 29 apr. – Universita’, cambiano i test di accesso alle facolta’ a numero chiuso per legge (Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura). Si riducono i quesiti (che passano da 80 a 60, -25%), la cultura generale finisce in un angolo (con appena 5 domande in totale) e per la prima volta la maturita’ fara’ punteggio. Scatta infatti il ‘bonus’ ideato dagli ex ministri Fioroni e Mussi (governo Prodi) nel 2007 per far valere il voto di diploma nell’accesso ai corsi a numero programmato. Il governo Berlusconi lo ha sempre rinviato (era ministro Gelmini), quello Monti (con Profumo a viale Trastevere) ha deciso di procedere. La rivoluzione e’ contenuta nel decreto sui test pubblicato dal Miur (http://attiministeriali.miur.it/anno-2013/aprile/dm-24042013-%281 %29.aspx) che contiene anche un’altra importante novita’ voluta da Profumo: le graduatorie finali diventano per la prima volta nazionali, tanto che all’atto di iscrizione al test i candidati dovranno indicare la sede per cui intendono concorrere. QUIZ PIU’ ASCIUTTI PER TUTTI – Meno domande, meno tempo davanti al compito, meno cultura generale nelle prove. Questa la ‘rivoluzione’ ideata da Profumo. Per tutte le facolta’ (Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura) che l’Europa vuole a numero contingentato scatta la nuova formula. Le domande passano da 80 a 60.

Continua a leggere qui http://www.direnews.it/newsletter_scuola/anno/2013/aprile/29/?news=02

Maria Chiara Carrozza, nuovo ministro dell’Istruzione


maria-chiara-carrozza-2(DIRE – Notiziario scuola) Roma, 29 apr. – Maria Chiara Carrozza, professore ordinario di Bioingegneria industriale presso l’universita’ di Pisa, e’ il nuovo ministro della Pubblica Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca
E’ stata designata dal neo presidente del Consiglio, Enrico Letta, che sabato – sciolta la riserva – ha accettato l’incarico di formare il nuovo Esecutivo e, nello stesso pomeriggio, si e’ recato al Quirinale con la lista dei ministri. Poi ieri mattina la cerimonia del giuramento, dove il premier e tutti i ministri hanno pronunciato la formula “Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della nazione”. Pisana come Letta, 48 anni, Carrozza e’ una ricercatrice dell’Istituto di biorobotica della Scuola superiore Sant’Anna, di cui dal 2007 al 2013 e’ stata anche rettore, carica da cui si e’ dimessa quando e’ stata eletta alla Camera per il Pd. Laureata in fisica a Pisa nel 1990, e’ stata anche direttore della divisione Ricerche con delega del direttore della Scuola superiore Sant’Anna e coordinatore dell’Arts Lab (Advanced robotics technology and systems laboratory) della Scuola superiore Sant’Anna fino a dicembre 2007.

“Il ministero dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Universita’ deve svolgere un ruolo fondamentale nel far ripartire le speranze del Paese- e’ stato il primo commento del nuovo ministro, come riportato dal sito de ‘La Repubblica Firenze.it’- Con spirito di servizio metto a disposizione la mia esperienza per convincere gli italiani che l’istruzione e la conoscenza sono pedine fondamentali per la ripresa culturale ed economica dell’Italia. Dobbiamo aiutare i piu’ meritevoli a studiare secondo i dettami della Costituzione, dare fiducia ai ricercatori e offrire nuove motivazioni a tutto il corpo insegnante. Dobbiamo dare forza e prospettive alle imprese, costruendo un Paese che individui grandi aree di investimento, di ricerca, di innovazione nell’industria, nell’agricoltura e nei servizi”. Infine, Carrozza ha sottolineato che “investire nella conoscenza significa investire sul futuro, nell’unica risorsa che non si puo’ spostare altrove per essere prodotta a costi piu’ bassi: e’ un settore che crea e salva posti di lavoro e questa e’ la nostra massima preoccupazione”. Leggi tutto…

Communicatio, 29 aprile

Energie rinnovabili, sprint in Europa


fonti_rinnovabiliSecondo Eurostat – l’Ufficio Statistico dell’Unione Europea – nel 2011 il contributo delle energie rinnovabili è salito al 13% del totale dei consumi dal 12,1% del 2011. Nel 2004 solo il 7,9% dei consumi energetici complessivi dell’Unione Europea era soddisfatto dalle energie rinnovabili. I paesi che usano più energie rinnovabili, in percentuale rispetto al totale, sono la Norvegia (64,7%), la Svezia (46,8%), la Lettonia (33,1%) e la Finlandia (31,8%). L’Italia è salita all’11,5% dal 9,8% del 2010.

Anche a Ceccano in questi giorni, si stanno installando pannelli solari sugli edifici scolastici di proprietà del comune.

Ceccano, Pd in giunta per assicurare i finanziamenti


ceccanoE’ quanto si legge in un articolo riportato oggi sulla cronaca locale: il partito democratico entrerebbe in giunta per assicurare al comune di Ceccano i finanziamenti pubblici, grazie alla presenza degli esponenti del pd appunto alla Regione e nella Comunità Europea… Si rendono conto di quello che dicono? sarebbe come affermare che i finanziamenti arriveranno a Ceccano grazie al fatto che c’è qualcuno alla regione e nella comunità europea che può orientare i flussi giusti. E la minaccia è che altrimenti non arriverebbero. Non è la prima volta che dal Pd fanno apertamente affermazioni di questo genere…

Davvero si rendono conto?

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: