Archive

Archive for dicembre 2012

Ciascuno sia angelo di pace per chi incontra, il vescovo Spreafico alla preghiera per la Pace

31 dicembre 2012 Lascia un commento

pax2012aUn significativo momento, un richiamo alle coscienze, lievito per la società: è stato questo l’incontro di preghiera per la Pace che la sera del 31 dicembre si è svolto in Piazza S. Maria a Frosinone. E’ stato il vescovo di Frosinone a rivolgere l’invito a pregare per la pace, chiedendo a ciascuno di diventare operatore di pace, come indicato da Benedetto XVI nel messaggio per la XLVI Giornata Mondiale della Pace. Di fronte alla cattedrale 18 cartelli ad indicare altrettanti Paesi in guerra: è facile avere la tentazione dello scoraggiamento dice Spreafico, che augura a ciascun cittadino, a cominciare da chi ricopre ruoli di autorità, di riscoprire la responsabilità propria di ciascuno. Gli fa eco il sindaco di Frosinone, Ottaviani, che prende la parola a nome di tutte le autorità presenti: veniamo da un anno difficile, dice, dobbiamo impegnarci tutti perché il 2013 segni  un reale cambiamento per la nostra terra. La pace, continua, è una conquista: 65 anni fa questo luogo fu distrutto dalla furia devastante della guerra. Il vescovo ha poi insistito nell’omelia della Messa del Tepax2012b Deum di fine anno: siamo capaci di abituarci anche alle cose straordinarie, a considerare il Natale una banalità. E invece, ha detto, i cristiani devono essere una famiglia di uomini e di donne che si stringono attorno a Gesù e al suo vangelo. Soltanto così potranno essere costruttori di pace, custodendo nel cuore il vangelo di Natale, capace di cambiare il mondo. In questo modo potremo portare nel nostro cuore i tanti Paesi distrutti dalla guerra. E per finire, l’augurio del Vescovo: un angelo di pace custodisca questa terra, susciti uomini che si preoccupino del bene comune e non del loro interesse personale, trasformi i nostri cuori e ci renda operatori di pace. E dopo aver invocato uno sviluppo diverso per la nostra terra ha concluso: ciascuno sia angelo della pace per chi incontra.

Prima del canto dell’Inno Te Deum, il vescovo ha consegnato alle autorità civili una copia del messaggio di Benedetto XVI per la XLVI Giornata Mondiale della Pace Beati gli operatori di pace

L’intero incontro di preghiera è stato trasmesso via twitter

Capodanno in musica a Ferentino, Piazzolla, Strauss e Morricone per festeggiare il nuovo anno

31 dicembre 2012 Lascia un commento

Le bellissime forme architettoniche di S. Maria Maggiore a Ferentino ospiteranno, il 1° gennaio 2013, alle ore 19 il tradizionale Concerto di Capodanno che  vedrà  l’Orchestra di fiati di Ferentino diretta da Alessandro Celardi presentare brani di Piazzolla, Strauss, Sparke e Morricone. Nei brani di Piazzolla suonerà anche il fisarmonicista Daniele Ingioia. Un appuntamento da non perdere soprattutto se si tiene conto che l’Orchestra di Fiati Città di Ferentino è una delle realtà musicali più significative del Lazio meridionale.

fer1

fer2

Beati gli operatori di pace, qualche riflessione

31 dicembre 2012 Lascia un commento

di Gilberto Borghi per http://www.ilvinonuovo.it

vino nuovoAl di là di tutte le polemiche è la frammentazione della persona, anche sul piano ideale, il problema contro cui il Papa si scaglia. Ed è un discorso che se preso sul serio ci porta lontano
“Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere”. Aveva ragione Wittgenstein. Perché se un testo non lo si è letto con un po’di attenzione, e fino in fondo, non sarebbe cosa buona commentarlo. Ma tant’è! E stranamente, quello del papa per la Giornata della pace – che ormai stiamo per celebrare – è un testo relativamente breve e soprattutto lineare. Perciò alla portata di giornalisti che si vorrebbero occupare di cose della Chiesa. Ma tant’è!

Io ci ho provato, con calma. E ho trovato che sia un testo che mira a far passare un’idea centrale. La pace non si realizza se non assieme a tutto il resto dei valori umani, della vita, perché la pace è la sintesi integrale di essi. “Operatori di pace sono coloro che amano, difendono e promuovono la vita nella sua integralità”. Possiamo continuare a dirci cristiani rinunciando a questo assunto? Credo proprio di no.

A partire da questa idea centrale non stupisce per nulla se il papa lega la pace alla pienezza della vita. “Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita”. E qui davvero la lettura integrale del testo mette fuori gioco chi vuole leggerlo “pro domo sua”, perché, a meno che non si nascondano volutamente interi paragrafi, è difficile “tirare” per la giacchetta il Papa a destra o a sinistra. Su questo ho apprezzato davvero la capacità di Benedetto XVI di saper coniugare temi e posizioni che invece nella Chiesa (e fuori) ci si ostina a mantenere contrapposte.

continua a leggere qui http://www.vinonuovo.it/index.php?l=it&art=1097

e qui il testo integrale del messaggio del Papa https://pietroalviti.wordpress.com/2012/12/15/beati-gli-operatori-di-pace-3/

Indifferenziata Ceccano, rifiuti in casa fino a sabato

31 dicembre 2012 1 commento

diffwordleSi ripete anche per questa settimana: a Ceccano bisognerà tenersi in casa i rifiuti indifferenziati che non verranno raccolti fino a sabato prossimo, 5 gennaio, esattamente una settimana dopo l’ultima raccolta. E’ già accaduto nella settimana di natale, ma nonostante le proteste dei cittadini, si replicherà in questa. La situazione è particolarmente scomoda per chi vive nel centro storico e non ha possibilità di depositare i rifiuti nel cortile. Ma, tanto, a chi lo dici?

Te Deum laudamus

31 dicembre 2012 Lascia un commento

In preghiera per la pace, Frosinone Cattedrale di S. Maria, 31 dicembre 2012, ore 17,30

31 dicembre 2012 Lascia un commento

Rita Levi Montalcini, il ricordo de Il Sole 24 ore

31 dicembre 2012 Lascia un commento

montdi Riccardo Biolchini

Con il suo sorriso lieve e lo sguardo intenso se ne è andata una delle donne che – per rigore d’impegno civile e di dedizione alla ricerca e allo studio – rendono grande il nostro paese: Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la medicina, è deceduta a Roma. Aveva 103 anni ed è morta nella sua abitazione in via di Villa Massimo. La scienziata era stata nominata senatore a vita dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il primo agosto del 2001. Come si legge sulle agenzie, il 118, intervenuto nella sua residenza, ha soltanto potuto constatare il decesso.

Rita Levi Montalcini era nata a Torino il 22 aprile 1909. Dopo aver studiato medicina all’universita’ di Torino, all’età di 20 anni entra nella scuola medica dell’istologo Giuseppe Levi e inizia gli studi sul sistema nervoso che prosegue per tutta la sua vita, salvo alcune brevi interruzioni nel periodo della Seconda guerra mondiale. Si laurea nel 1936. Nel 1938, in quanto ebrea sefardita, fu costretta dalle leggi razziali del regime fascista a emigrare in Belgio con Levi, dove continua le sue ricerche in un laboratorio casalingo.

Continua a leggere qui http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2012-12-30/addio-senatrice-premio-nobel-151940.shtml

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: