Archive

Archive for marzo 2010

Elezioni Ceccano: un primo commento

30 marzo 2010 3 commenti

Lo riceviamo da Stefano Gizzi e lo pubblichiamo

Il risultato delle Elezioni Regionali nel Comune di Ceccano evidenzia innanzitutto il grande successo di Silvio Berlusconi, unico leader del Popolo della Libertà, sceso in campo personalmente nel Lazio per sostenere la candidatura di Renata Polverini alla presidenza del Lazio.

Anche a Ceccano, il voto è, innanzitutto, un plebiscito per Berlusconi e per il suo buon governo, con la coalizione a sostegno della Polverini attestata sul 50% dei voti, a soli cento voti dalla ex corazzata del Centro-sinistra.

In termini molto chiari, il risultato di Ceccano ha consentito alla candidata di Centrodestra di sconfiggere l’avversaria, perché non c’è stato quel forte divario incolmabile, che in passato divideva i candidati. Infatti, la Polverini a Ceccano porta a casa un risultato importante, supportato da una coalizione ampia che si unisce al PDL, modificando quegli equilibri in favore del Centro-sinistra che sembravano incolmabili.

Questo dato locale segna la disfatta irreversibile del Centro-sinistra ed il crollo dei partiti che hanno perso ogni capacità di governo e di attrazione sull’elettorato ceccanese.

L’asse del PD e dei Socialisti è ormai in crisi, una crisi mascherata dalla candidatura del Sindaco, che ha potuto nuovamente fruire a livello elettorale dei privilegi di alcuni dipendenti, del clientelismo sfrenato e del partito dei geometri e dei progettisti lautamente compensati.

Il risultato del Centrosinistra è molto deludente: un Sindaco, sette Assessori a servizio pieno, 14 Consiglieri Comunali, tanti galoppini ben distribuiti nelle varie contrade. Tutti insieme non hanno superato il 50% dei voti!

E’ un vero segnale di sfratto per il Centro-sinistra ceccanese, tenuto insieme dall’amore per le poltrone, dal clientelismo, dai punti luce e dall’asfalto elettorale.

La maggioranza regionale di Centrodestra, a cui Ceccano questa volta ha contribuito in maniera evidente, dovrà assumere presto degli impegni precisi a riguardo della nostra Città, per condurla fuori dalle secche del grave degrado di cui è responsabile il Centrosinistra.

Le gravi emergenze, come quella ambientale, la questione dell’Ospedale Civile chiuso dal Centrosinistra e da Marrazzo, le problematiche della sicurezza pubblica e del degrado sociale, attendono risposte chiare ed efficaci.

Auspico che il Sindaco, gli Assessori ed i Consiglieri Comunali di maggioranza, constatato il grave degrado in cui versa la Città di Ceccano, dovuto al loro immobilismo e al clientelismo arruffone, rassegnino le dimissioni irrevocabili, per consentire ai cittadini di scegliere un’Amministrazione, veramente nuova nei metodi, nelle idee e nelle realizzazioni.

Aiuti per papà e mamme


Il Governo ha stabilito un fondo per aiuti in denaro, il Fondo di credito per i nuovi nati,  comeun sostegno economico alla famiglia. Chi è diventato o diventerà mamma e papà durante il triennio 2009-2011 potrà richiedere un prestito, a tasso agevolato, di un massimo di 5.000 euro presso gli istituti di credito e gli intermediari finanziari che avranno aderito a questa iniziativa governativa ed il cui elenco è presente nella sezione “Banche aderenti” di questo sito.
Si tratta di un credito che dovrà essere restituito all’istituto bancario scelto, ma che darà comunque la possibilità di affrontare le spese iniziali, che l’arrivo di un figlio comporta, con più serenità.
Il Fondo di credito per i nuovi nati vuole essere un primo aiuto concreto alle famiglie italiane che meritano maggiore sostegno sia dal punto di vista economico che sotto forma di  nuovi servizi.

da  www.fondonuovinati.it

Elezioni regionali: i risultati di Frosinone e provincia

Ceccano: tutti i risultati elettorali

Regionali: risultati comune per comune


Quelli ufficiali, qui

regionali2010.interno.it

Forza ragazzi, mettetevi alla prova


Mettetevi alla prova, il cinema offre tante opportunità, sono mestieri faticosi, duri, ma c’è la possibilità di entrare come
inserviente ed uscirne regista. Così Claudio Sorrentino, la voce italiana di tanti attori stranieri famosi, come John Travolta, Mel Gibson, Bruce Willis, Sylvester Stallone, Mickey Rourke, Topolino e Paperino, e tanti altri, ha esortato i giovani studenti del Liceo Fabraterno a misurarsi con i tanti mestieri del cinema e della televisione. Sorrentino era stato invitato al Liceo di Ceccano, su iniziativa della prof.ssa Stefania Alessandrini, perchè la classe V B del Linguistico sta svolgendo un lavoro di ricerca proprio sull’arte del doppiaggio cinematografico, che in Italia ha la sua massima espressione. Sorrentino è stato accolto da un collage di suoi doppiaggi.

Così prima di parlare i ragazzi hanno potuto sentire i grandi attori del cinema americano con la voce che poi hanno ascoltato lì’ dal vivo e il risultato è stato impressionante, come hanno dimostrato il numero delle domande poste al termine della sua conferenza.

Sorrentino ha anche invitato gli allievi del liceo a tener conto si alcune caratteristiche del lavoro cinematografico: la disciplina, le regole, la collaborazione, il rischio, senza le quali caratteristiche il talento non ha piossibilità di emergere. Al termine ha proposto agli allievi di partecipare ad un casting che si terrà a Roma in piazza Giovanni XXIII, dal 16 giugno al 9 Luglio: mettetevi alla prova, chissà? D’altronde, la nostra è terra di  grandi cineasti: i fratelli Bragaglia, De Sica, Manfredi, Mastroianni, Lollobrigida. Forza ragazzi!

Qui il video con i doppiaggi

watch?v=zqOMqho3HnU

e le immagini della giornata

FOTODOPPIATORE

Modifica | 1 Commento »

Caritas diocesana: aumentano i poveri in Ciociaria


Aumentano drasticamente le condizioni di bisogno nel nostro territorio: lo ha denunciato la Caritas diocesana, nel coroso della Conferenza Stampa tenuta dal vescovo di Frosinone, mons. Ambrogio Spreafico, sabato 27 marzo.  Dai dati presentati, emerge che nel corso dell’anno 2009 si sono rivolte ai cinque centri di ascolto vicariali un totale di 438 nuove persone, con un incremento, rispetto al 2008, di ben 152 persone (52%).

Anche il numero totale degli incontri di ascolto effettuati (considerando che alcuni si rivolgono più volte al centro di ascolto) è sensibilmente aumentato, superando i 1.000 nel corso del 2009, a fronte dei 650 circa del 2008. Un altro elemento rilevato, che costituisce una sostanziale novità del 2009, è l’aumento degli italiani che si rivolgono ai Centri di ascolto: se nel 2008 la percentuale di italiani era del 47% delle persone incontrate, nel 2009 è salita al 61%.

Di queste 438 persone 34 sono state indirizzate all’Equipe diocesana Microcredito e Antiusura in quanto hanno  manifestato problematiche di lieve o grave indebitamento o cattiva gestione del reddito familiare e saranno oggetto di analisi separata.

Qui i dati della relazione Caritas

Dati Centri di ascolto 2009

e i numeri sul lavoro dei Centri d’ascolto vicariali

dati accoglienze 2009

Dai dati emerge che un decremento sia del numero delle persone accolte (8%) sia il numero delle giornate di ospitalità complessive (2%) eccezion fatta per il centro di Ceccano che, accogliendo ormai da lungo periodo gli stessi 2 nuclei familiari, uno dei quali è aumentato di numero per la nascita di un altro bambino, ha visto un aumento sia in termini di unità presenti che quindi di giornate di ospitalità.
L’andamento generale di decremento può essere attribuito sostanzialmente a tre ordini di fattori:
1. La scelta dettata dall’esperienza maturata di lavorare con gruppi di persone omogenei per tipologia di bisogno evitando inoltre di ospitare persone con problemi di natura psichiatrica o di dipendenza.
2. La scelta di lavorare con gruppi più ristretti soprattutto nel Centro di Castelmassimo dove essendo abbastanza elevato il livello di autonomia degli ospiti, la sostenibilità del gruppo di ospiti è legata a numeri più ridotti rispetto a quella che è la ricettività massima della struttura. Prediligere quindi la qualità degli interventi piuttosto che la quantità.
3. I comuni non hanno copertura economica connessa all’accoglienza di persone adulte in difficoltà abitativa, neanche per il rimborso delle spese vive, pertanto ove possono evitano di richiedere un intervento di ospitalità
Entrando più nello specifico è possibile focalizzare alcuni aspetti:
– Il numero preponderante di bambini (45%) che vivono al seguito dei genitori il disagio
– Si conferma la forte presenza all’interno dei Centri degli stranieri (80%) che spesso non
possono beneficiare, nel momento della difficoltà abitativa, di reti primarie di supporto
– La lunga permanenza nei centri soprattutto dei nuclei familiari numerosi per i quali è
difficile nonostante il supporto della Caritas ritrovare una situazione di autonomia.
– Albanesi, Rumeni ed Ex Jugoslavi (rom) sono le categorie di stranieri maggiormente
presenti nei Centri.
I punti critici da evidenziare sono:
– Il basso numero di volontari coinvolti
– La scarsa collaborazione da parte delle amministrazioni pubbliche e del territorio in generale

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: