Archive

Archive for dicembre 2009

Frosinone, in tanti a marciare per la pace

31 dicembre 2009 1 commento

Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato. In tanti hanno risposto all’invito del vescovo di Frosinone, mons. Ambrogio Spreafico per una testimonianza forte per la pace, il 31 dicembre. Da Largo Turriziani alla cattedrale di S. maria, centinaia di fiaccole hanno espresso la volontà che non ci siano più morti e stragi inutili, che si difenda l’ambiente, che ci si rispetti di più. Durante l’omelia in cattedrale, il vescovo Spreafico ha evidenziato i tanti problemi che affliggono Frosinone e la sua provincia, a cominciare dalle infiltrazioni della malavita organizzata, all’ambiente distrutto dalla cupidigia di alcuni e alla povertà che attanaglia molte famiglie. Egli ha fatto appello alla responsabilità di ciascuno, sia nelle istituzioni che nella vita quotidiana perché, senza lasciarsi abbattere dalle difficoltà e dalla sensazione di impotenza troppe volte presente, si possa risalire la  china e poter offrire alla nuove generazioni un mondo migliore dell’attuale. Con la gente hanno marciato il sindaco di Frosinone, Marini, quello di Giuliano di Roma, Antonetti, il consigliere provinciale Bragaglia in rappresentanza della provincia, altri consiglieri comunali di Frosinone e diverse autorità militari, cui si è aggiunto il cattedrale il nuovo prefetto Maddaloni. A loro il vescovo ha consegnato il messaggio di Benedetto XVI in occasione della Giornata Mondiale della Pace.

Qui le foto

MarciaPaceFr31122009

e qui il testo dell’omelia del vescovo

te-deum-31-dicembre-2009.html

In marcia per la pace, per difendere l’ambiente

30 dicembre 2009 Lascia un commento

Un modo diverso di festeggiare la fine dell’anno, prima dei cotechini e dei mortaretti: dire forte il proprio sì alla pace, custodendo però l’ambiente in cui viviamo. Questa l’iniziativa del Vescovo di Frosinone, mons. Ambrogio Spreafico, che ha invitato tutti gli uomini di buona volontà ad esprimere con un gesto semplice l’impegno per un mondo migliore. Marciare vuol dire innanzi tutto non stare fermi, non subire passivamente la nostra realtà ma prender la decisione di cambiarla. Accendere la fiaccola eprimere la volontà di essere vivi, protagonisti della propria esistenza. Frosinone è una delle città con la peggiore qualità dell’aria che respiriamo, la Valle del Sacco è inquinata: per questa ragione mons. Spreafico ha pensato di dare più forza al messaggio del papa in occasione della 43a Giornata Mondiale della Pace, chiedendo un segno visibile di protesta ma anche di impegno, in un giorno spesso dedicato soltanto alla spensieratezza.

La marcia, organizzata di giovani della diocesi, prenderà l’avvio da Largo Turriziani, in Frosinone, alle ore 17 del 31 dicembre e proseguirà fino alla  cattedrale di S. Maria, dove il Vescovo presiederà il Te Deum di ringraziamento per l’anno trascorso. Egli poi consegnerà il Messaggio di Benedetto XVI alle autorità presenti, tra le quali ci sarà il nuovo prefetto di Frosinone, Paolino Maddaloni.

Ecco il messaggio di Benedetto XVI in occasione della XLIII Giornata Mondiale della Pace

hf_ben-xvi_mes_20091208_xliii-world-day-peace_it.html

Polveri sottili, 118 volte sopra al limite

29 dicembre 2009 Lascia un commento

L’inquinamento da polveri sottili a Frosinone nell’anno 2009 non è affatto migliorato, anzi negli ultimi 365 giorni sono stati registrati ben 118 superamenti dei limiti giornalieri di polveri sottili a fronte dei 117 del 2008.

Un primato negativo che fa del capoluogo ciociaro la maglia nera della regione Lazio. Frosinone, tra i centri monitorati dall’Arpa, si colloca di gran lunga davanti agli altri, avvicinandosi a quota 120 violazioni, rispetto ai soli 66 sforamenti di Roma (seconda in classifica), Colleferro (64), Roma Tiburtina (60).

Una situazione alquanto preoccupante per tutti i cittadini del capoluogo e della Ciociaria tutta che, impotenti, sono costretti a respirare un’aria a dir poco viziata.

E i ceccanesi? Non lo sanno…

Due concerti del coro del Liceo, 29 dicembre e 5 gennaio

28 dicembre 2009 Lascia un commento

Un bimbo ci è stato donato, incanto di Natale. Due concerti del Coro del Liceo della cittadina fabraterna accompagnano al gioia delle festività natalizie. Gli oltre 60 allievi che formano i complessi musicali del Liceo di Ceccano si presenteranno al pubblico in due occasioni: la prima, mercoledì 29 dicembre, alle ore 18,45, nel santuario di S. Maria a Fiume, e l’altra nella Collegiata di S. Giovanni, il 5 gennaio alle ore 18. Presenteranno “Un bimbo ci è stato donato”, riflessione musicale e artistica sulla nascita di Gesù e di ogni uomo, attraverso le più belle musiche natalizie, arrangiate in stile giovanile, e la proiezioni di immagini e di filmati. I complessi musicali del Liceo sono diretti da Vittoria D’Annibale, nell’ambito delle classi musicali della scuola fabraterna.

Andiamo a Betlemme, come i pastori…

28 dicembre 2009 1 commento

Dai pensieri di don Tonino Bello

Andiamo fino a Betlem

Andiamo fino a Betlem, come i pastori. L’importante è muoversi. Per Gesù Cristo vale la pena lasciare tutto: ve lo assicuro. E se, invece di un Dio glorioso, ci imbattiamo nella fragilità di un bambino, con tutte le connotazioni della miseria, non ci venga il dubbio di aver sbagliato percorso.

Perché, da quella notte, le fasce della debolezza e la mangiatoia della povertà sono divenuti i simboli nuovi dell’onnipotenza di Dio. Anzi, da quel Natale, il volto spaurito degli oppressi, le membra dei sofferenti, la solitudine degli infelici, l’amarezza di tutti gli ultimi della terra, sono divenuti il luogo dove egli continua a vivere in clandestinità. A noi il compito di cercarlo. E saremo beati se sapremo riconoscere il tempo della sua visita.

Mettiamoci in cammino, senza paura. Il Natale di quest’ anno ci farà trovare Gesù e, con lui, il bandolo della nostra esistenza redenta, la festa di vivere, il gusto dell’essenziale, il sapore delle cose semplici, la fontana della pace, la gioia del dialogo, il piacere della collaborazione, la voglia dell’impegno storico, lo stupore della vera libertà, la tenerezza della preghiera.

Allora, finalmente, non solo il cielo dei nostri presepi, ma anche quello della nostra anima sarà libero di smog, privo di segni di morte, e illuminato di stelle.

E dal nostro cuore, non più pietrificato dalle delusioni, strariperà la speranza.

(don Tonino Bello)

Treni, panini e coperte

27 dicembre 2009 Lascia un commento

In molti sono stati coinvolti nella débacle ferroviaria dei giorni precedenti il Natale. Come pure molti sono rimasti sfavorevolmente colpiti dal commento – battuta dell’amminsitratore delegato di Trenitalia, Moretti, ex sindacalista della CGIL, oggi manager di una delle più grandi aziende italiane, he ha invitato i clienti di Trenitalia a portare con sé panini e coperte. Di fronte ai pendolini con le porte bloccate (quando gli stessi treni, costruiti in Italia, viaggiano regolarmente in Finlandia, senza fermarsi mai, pur in condizioni meteo di gran lunga più severe delle nostre) la protesta dei viaggiatori ha fatto sentire forte la sua voce.

Ecco il commento di Altroconsumo:

Caro Moretti (Trenitalia), l’Europa dice che i panini li devi portare tu
22-12-2009

Servizi di assistenza ai viaggiatori e informazioni puntuali e aggiornate sui ritardi dei treni: è quanto è mancato nella non-gestione della paralisi ferroviaria che ha coinvolto migliaia di consumatori in questi giorni. Altroconsumo raccoglie sul proprio sito le segnalazioni di disservizio per valutare se procedere con una richiesta di risarcimento collettivo.

“Far viaggiare i treni, anche se con forti ritardi, è una scelta condivisibile. Non è accettabile che i disagi e i rischi ricadano interamente sui viaggiatori. I rimborsi devono essere riconosciuti” ha commentato Paolo Martinello, presidente di Altroconsumo.
Dato che i notevoli ritardi sono già alla partenza, sarebbe ragionevole che Trenitalia, una volta deciso di far viaggiare i treni seppure con forti ritardi, riconoscesse dall’inizio sconti sui biglietti pari al rimborso dovuto, visto anche i recentissimi aumenti sui treni a lunga distanza.

Il nuovo Regolamento comunitario entrato in vigore il 13 dicembre scorso prevede precisi obblighi di informazione (sugli orari previsti di partenza e di arrivo) e di assistenza gratuita. Questa deve avvenire sia in stazione che durante il viaggio, in caso di ritardi superiori ai 60 minuti: pasti e bevande, albergo e trasporto dalla stazione all’albergo, se necessario, oppure trasporti alternativi, anche in caso di blocco del treno sui binari.

Altroconsumo chiede che questi servizi ed informazioni vengano assicurati e che siano ripristinate le regole in vigore in precedenza, più favorevoli ai consumatori. Infatti sui rimborsi, Trenitalia non ha perso tempo ad allinearsi ai livelli di tutela più bassi previsti dal Regolamento europeo, che peraltro sono minimi e quindi certamente derogabili in senso favorevole al viaggiatore.
Oggi:

  • il rimborso è del 25% e scatta solo dopo 60 minuti di ritardo
  • nessun rimborso in caso di non funzionamento aria condizionata o riscaldamento;
  • nessun rimborso sotto i 4 euro.

Non vi sono le cause di forza maggiore che escludono gli obblighi di rimborso e assistenza: il nuovo regolamento di Trenitalia parla di “catastrofi naturali come tempeste, inondazioni, smottamenti, frane”, cosa evidentemente diversa da una nevicata di trenta centimetri.

Sindaco e Ceccanoviva, auguri con botta e risposta

27 dicembre 2009 Lascia un commento

Gli auguri di Natale a Ceccano si sono trasformati in un’interessante botta e risposta tra il sindaco, Antonio Ciotoli, e i giovani di Ceccano viva.

Ecco i rispettivi testi, a cominciare da quello del sindaco che scrive:

Un augurio Sincero a tutti i concittadini per un sereno Natale ed un felice Anno Nuovo.
È questo il più semplice degli auspici che voglio rivolgere alla mia collettività.
È proprio in questo periodo, così piacevolmente colmo di buoni sentimenti e di gaiezza, che si avverte il bisogno però di riflessioni attente e sobrie sullo stato delle cose, generali e territoriali, in modo da onorare lo spirito che la Natività serba da millenni, e così attuale e vivido oggi.
Una meditazione seria sui valori che ci muovono ogni giorno e che ancora di più a ridosso del Santo Natale, di fronte alle ristrettezze del momento che viviamo, di fronte all’impegno delicato e serio cui noi amministratori siamo chiamati, devono riuscire a presentarsi come delle serie risposte per le esigenze della cittadinanza.
Da Sindaco sono quanto mai orgoglioso di poter presentare un bilancio di attività che proprio in questa direzione ha visto i migliori risultati.
Sono orgoglioso, portando un esempio per tutti, di aver richiesto con fermezza, sollecitato ed ottenuto il ritiro delle maggiorazioni retroattive delle tariffe idriche.
Penso di essere stato così interprete, e dunque voce, delle attese e delle richieste della mia cittadinanza e del resto della cittadinanza provinciale.
Ebbene, il mio operato vive e si nutre da sempre della convinzione che il migliore dei propositi sia sempre quello che alla fine si concretizzi nella risoluzione positiva delle esigenze della cittadinanza.
È con questo impegno che rinnovo, in occasione delle festività natalizie e a ridosso del nuovo anno, i migliori auspici per il futuro ai mie concittadini, al fianco dei quali svolgo giornalmente e con onore la funzione di primo cittadino.

Il Sindaco, Antonio Ciotoli

Ed ecco la risposta di Giovanni Proietta, di Ceccanoviva

Tra le cose pubblicate sul sito del Comune di Ceccano, potete trovare gli auguri che il Sindaco ha indirizzato a Noi Cittadini. Dopo la brutale esperienza nei meandri della burocrazia muta ceccanese, nell’indifferenza generale che ha avvolto la nostra sfortunata quanto giusta battaglia per compiere il sacrosanto dovere civico di tenere pulito il paese che amiamo, ho trovato stonate alcune parole, seppure riferite ad altri contesti, presenti nelle parole di Antonio Ciotoli. Parlando del ritiro degli aumenti retroattivi delle tariffe idriche infatti dice:

“Penso di essere stato così interprete, e dunque voce, delle attese e delle richieste della mia cittadinanza […]

Il mio operato vive e si nutre da sempre della convinzione che il migliore dei propositi sia sempre quello che alla fine si concretizzi nella risoluzione positiva delle esigenze della cittadinanza […]“.

I conti non tornano, o meglio, tornano se penso a più di tre mesi fa quando, dopo il clamore del nostro gesto, siamo stati accolti in pompa magna nella Sala Consiliare per un dialogo meraviglioso. E poi? Ai posteri l’ardua sentenza.

Non è nel nostro interesse montare una polemica soprattutto perchè ormai non ci interessano più le parole, i cenni del capo, la disponibilità ostentata, le promesse, le bugie, noi ci interessiamo ad i fatti, ed è un fatto innegabile che un gruppo di Ragazzi con tanta buona volontà, senza il “Mito della Guerra a Ciotoli” (infatti ci terrei a sottolineare che non abbiamo partecipato alla nota Manifestazione del 19 dicembre), hanno imparato ad essere sfiduciati nei confronti del loro futuro, non potendo cambiare praticamente nulla.

Abbiamo gironzolato per mesi in corridoi vuoti, ignari partecipanti ad un pessimo gioco del Nascondino, della delega, del sorriso beffardo di chi pensa di sapere che non combineremo niente.

E invece no, con tutte le porte chiuse un’ultima strategia ci è rimasta e la stiamo mettendo in atto, lentamente, al ritmo che avete dettato voi, quella della sensibilizzazione, come la mattina della Vigilia di Natale, quando un’ironica truppa di Babbi Natale ha distribuito volantini per la città,parlando, ascoltando pareri, senza scoraggiarsi davanti all’indifferenza di qualcuno, distribuendo le nostre parole e facendo un pizzico di servizio pubblico, dato che tra i nostri fogli c’era anche il “Programma del Piano Triennale dei lavori Pubblici 2010-2012″ che tutti potete consultare sul sito del Comune. E non ci arrendiamo, anzi, continuiamo a combattere con i pochi mezzi che abbiamo, tanto per farlo sapere.

GioP

Comitato Ceccano Viva

Che ne dite?

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: