Archive

Archive for ottobre 2008

Gizzi: uniti contro la criminalità


Dopo la rapina in banca di via Roma, Stafno Gizzi ci ha inviato un comunicato che volentieri pubblichiamo:

In merito alle notizie sulla preoccupante situazione dell’ordine pubblico a Ceccano, come annunciato tramite un comunicato stampa, comunico che, nella mia qualità di Consigliere Comunale di Ceccano, durante la Conferenza dei Capigruppo di venerdì scorso, ho verbalizzato formalmente la proposta della convocazione della Conferenza dei Capigruppo per l’esame della questione sicurezza e per la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario a porte chiuse, con la presenza dei responsabili delle forze dell’ordine e dei comitati civici delle varie zone interessate ultimamente da questi fatti di cronaca senza precedenti, con all’ordine del giorno:

– Illustrazione da parte del Sindaco del Piano della Sicurezza firmato in Prefettura.

– Proposta di un Ordine del Giorno da inviare al Ministro degli Interni Maroni, contenente tutta la documentazione relativa a questo momento di vero allarme sociale e di forte preoccupazione che stanno vivendo i nostri concittadini, con un appello ad intervenire realmente per la tutela della sicurezza pubblica a Ceccano.

– Incontro con il Comandante della Stazione di Ceccano dei Carabinieri per uno scambio di opinioni e di proposte sull’argomento sicurezza pubblica.

-Convocazione del Comandante della Polizia Municipale per una approfondita relazione di quanto operato nei mesi estivi a Ceccano.

– Relazione dell’Assessore al Personale e Polizia Municipale per conoscere i motivi che non hanno reso possibile la realizzazione del progetto del turno notturno della Polizia Municipale nel corso dei mesi estivi.

– Verifica della proposta di estendere il servizio della Polizia Municipale nelle ore notturne nell’imminente periodo invernale.

– Comunicazioni, proposte e suggerimenti da parte di ex amministratori o cittadini a riguardo della problematica indicata.

Molti cittadini chiedono alla politica ed all’amministrazione risposte ed iniziative immediate da mettere in campo, di fronte ad una problematica che ormai tocca da vicino le famiglie, i loro affetti e la tranquillità del vivere civile, che sono beni primari.

Il modo peggiore di affrontare la questione della criminalità e della sicurezza dei cittadini a Ceccano sarebbe proprio quello di fare finta di niente e continuare nella mediocrità, senza assumere iniziative di spessore a contrasto del fenomeno stesso.

E’ veramente inaccettabile che in alcune zone della nostra cittadina gli abitanti debbano vivere realmente nel terrore, barricati in casa, con continui furti e tentativi di ingresso nelle abitazioni, a cui si uniscono ora anche un sequestro di persona, furti di cassaforte e le rapine agli istituti di credito.

Di fronte a questi fatti, la politica deve fare la sua parte fino in fondo, senza silenzi colpevoli ed indifferenza.

Avv. Stefano Gizzi, Consigliere Comunale di Ceccano

Ospedale: un nuovo teatrino?


CECCANO _ Niente è cambiato, i patti devono essere rispettati. Così il sindaco Ciotoli cerca di tranquillizzare la cittadinanza sulle notizie di ulteriori tagli all’ospedale della cittadina fabraterna. In un comunicato stampa, Ciotoli scrive che << non vi è in programma – né tanto meno prevista dall’accordo stipulato – alcuna chiusura dell’Ospedale Civile di Ceccano, né imminente, né futura; non vi sono in programma attività sporadiche di cambiamento dell’assetto e dell’operatività delle specialistiche e dei Reparti Operativi alternative alla pianificazione già comunicata e sottoscritta con soddisfazione tra le parti>>. E il sindaco riporta quanto sottoscritto il 24 settembre scorso: Pronto Soccorso con ambulanza medicalizzata e presidio del 118, radiologia potenziata con Ecografo e TAC attivi 12 ore, Reparti di Medicina e Geriatria per post acuti, servizi ambulatoriali e Day Hospital di Traumatologia, Ortopedia, Endocrinologia, dermatologia, Immunoreumatologia e Allergologia. Inoltre nella struttura opererà un Campus Biomediico di Endocrinologia e Malattie Metaboliche e sarà attivo il Servizio di Telemedicina attivo 24 ore su 24 di Cardiologia e Oculistica. Fin qui l’accordo e Ciotoli, a scanso di equivoci, scrive di rimanere in attesa dell’attuazione del piano. Pacta sunt servanda, dunque, ma la storia dell’ospedale di Ceccano insegna altrimenti, purtroppo.

Mons. Boccaccio: i video dei funerali


Sono stati pubblicati sul sito della diocesi

www.diocesifrosinone.com

e nella sezione

massmedia.diocesifrosinone.com

Ceccano – Linux Day 2008


Sabato 25 ottobre 2008 – Palazzina della Stazione Ferroviaria

linux day 2008.

Mattina:
10-11 Presentazione mondo linux (Andrea – Loris) 11:10 – 11:50 Licenze Creative Commons e Wikipedia
12 – 12:30 Pratica con 5 postazioni (Gica78 – MarcoC – Andrea – Loris – Emanuele11)

Pomeriggio (Seminari tecnici)
15 – 15:30 Desktop Grafici (koalalorenzo) 15:30 – 16 Amministrazione remota del pc (MarcoC)
16 – 16:30 Server di stampa con CUPS (Gica78) 16:30 – 17 Media center: creare una rete client/server domestica per i nostri file multimediali con strumenti free software (Andrea)
17 – 17:30 Produzione audio con Linux (Emanuele11)

Mons. Boccaccio: parole dal Rwanda


Caro don Salvatore,
Ci siamo conosciuti per un breve tempo di due anni…ma è stato un regalo prezioso perché ho provato qualcosa di grande …la gioia di essere amato.
Mi hai insegnato tantissimo con la tua semplicità, la tua accoglienza e soprattutto la tua forza di fede con la quale hai sopportato la sofferenza. Infatti, hai lottato per rimanere con noi fino all’ultimo istante.
Caro don Salvatore,
il periodo che sei venuto in Rwanda, seppur breve, è stato sufficiente per lasciare un ricordo indelebile e creare un legame tanto forte fra Frosinone e il Rwanda, che nulla potrà distruggere. Sicuramente è stato uno dei segni della tua vita aperta e di compassione verso l’altro.
Ora sei in Cielo, un Angelo, e ti prego di continuare ad aiutare i poveri, gli orfani, i disabili, i prigionieri e gli stranieri ad andare avanti lungo il faticoso cammino della vita, come del resto hai fatto durante il tuo episcopato.
Adesso, il Signore ti ha risparmiato continue sofferenze, ma molte persone soffrono, e quindi prega per loro affinché la loro esistenza non sia solo un calvario di dolore ma si faccia concreta la speranza di vita serena come hai mostrato tu.
Don Salvatore, il legame umano ormai non c’è più, ma quello che ora esiste rimarrà per sempre…tu sei vivo dentro di me.
Don Epimaque MAKUZA.
Rwanda.

A Dachau le ragazze del liceo


CECCANO _ La classe V B del corso linguistico, vincitrice del concorso Educhiamoci alla legalità e alla solidarietà, è in viaggio premio in Germania. Le 19 ragazze visiteranno il campo di concentramento di Dachau ed avranno una serie di incontri con le autorità consolari. La classe V B, che ha vinto il concorso con un bellissimo cortometraggio sulle leggi razziali, è composta da Monica Cerroni, Giusy Colò, Francesca Conti, Cristiana Ferrari, Sara Guglielmetti, Fabiola Malizia, Alessandra Masi, Federica Micheli, Bruna Neroni, Erika Panfili, Ilaria Pasqualitto, Natascia Pizzuti, Elisa Rinaldi, Serena Solli, Loredana Stefan Simina, Irene Tanzini, Sara Tiberia, Eleonora Agnesina Tranelli e Paola Zomparelli. Le allieve sono accompagnate nel viaggio dalla preside, prof.ssa Cleandra De Camillo. Il concorso della provincia è dedicato ad Angelica Sed, morta ad Auschwitz nel dicembre del 1944. La giovane Angelica fu catturata nel marzo dello stesso anno, insieme al resto della famiglia, e portata al campo di Fossoli (Mo). Da lì, in seguito, con la sorella Fatina, deportata ad Auschwitz, dove fu sbranata dai cani, macabro divertimento degli aguzzini. Sua madre ed un’altra sorella Emma finirono nelle camere a gas. Gli unici a scampare alla morte furono suo fratello Alberto e sua sorella Fatina, morta nel 1996. E’ proprio ad Angelica Sed che la Provincia di Frosinone, in collaborazione con le Comunità Ebraiche Italiane, ha dedicato il concorso promosso nell’ambito del progetto “Educhiamoci alla Legalità e alla solidarietà” rivolto alle 50 scuole superiori di secondo grado del territorio. Il titolo del concorso è “Nel ricordo della Shoah…: Una compagna di scuola: Angelica Sed”. La V B dello Scientifico di Ceccano ha vinto il conconrso on un cortometraggio dedicato all’introduzione delle leggi razziali in Italia.

Stop alla differenziata: bottiglie e barattoli dispersi nell’ambiente

23 ottobre 2008 1 commento

CECCANO _  Un mare di bottiglie di plastica, di vetro, barattoli, carta, decine di discariche lungo tutto il territorio fabraterno. Sono bastati pochi giorni per trasformare la scarsa, ridicola, raccolta differenziata del comune in un nuovo fattore di inquinamento. I contenitori pieni infatti hanno impedito ai solerti cittadini, che se infischiano delle beghe comunali e fanno comunque la raccolta riciclata di depositare correttamente i rifiuti dopo averli differenziati. Anzi tutto il sistema è diventato un fattore di ulteriore e pericolo inquinamento. <<E’ da diversi giorni così – ci dice un cittadino residente nei pressi della chiesetta della Madonna del Carmine nei pressi di uno dei punti stracolmi di immondizie di vario genere – abbiamo protestato ripetutamente ma senza ottenere niente>>.Il tutto è durato diversi giorni. Pare infatti che la ditta subappaltatrice abbia sospeso lo svuotamento dei contenitori in quanto non pagata dalla ditta appaltante. Questa a sua volta lamenterebbe ritardi nell’accreditamento dei soldi da parte del comune. E così, quel pur misero servizio di raccolta differenziata si è bloccato rovesciando ogni cosa nell’ambiente. Si tratta di un episodio molto grave. Infatti la differenziazione dei rifiuti è soprattutto un fatto culturale ed educativo. Se la gente vede i suoi sforzi resi inutili, potrebbe sentirsi scoraggiata e rinunciare alla raccolta. Ora il servizio faticosamente sta riprendendo ma ciò che è accaduto conferma ancora una volta lo stato di confusione in cui versa Palazzo Antonelli su questo tema: sembra che sia in atto addirittura uno scontro tra le forze politiche su come avviare la raccolta differenziata. L’assessore, comunisti italiani, sarebbe favorevole ad un appalto complessivo, che libererebbe del personale. Al contrario il Pd vorrebbe mantenere il personale municipale, diversamente da quello che si farà per le mense, dove proprio un assessore del Pd sta appaltando tutto all’esterno. Confusione estrema, scontro elettoralistico e clientelare, città allo sbando.

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: