Archive

Archive for luglio 2008

In internet gli stipendi dei funzionari


CECCANO – Pubblicare non soltanto gli stipendi di sindaco ed assessori ma anche quelli dei funzionari con le responsabilità più importanti e legare la loro retribuzione, come prevede la legge, ai risultati ottenuti. E’ stata la proposta presentata in consiglio comunale da Stefano Gizzi al momento dell’approvazione del conto consuntivo 2007. Secondo Gizzi, l’operazione trasparenza darebbe ai cittadini la precisa idea di come funzioni il comune e giustificherebbe così la grande spesa che l’ente locale sostiene per il personale. la pubblicazione sul sito internet delle retribuzioni dei dirigenti comunali consentirebbe inoltre di legare finalmente le retribuzioni ai risultati raggiunti che oggi invece si configurano quasi uguali per tutti. La proposta di Gizzi, pur apprezzata da molti consiglieri anche di maggioranza, non ha avuto esito posiivo.

Applausi per Spreafico


Un grande applauso ha accolto le prime parole da vescovo di monsignor Ambrogio Spreafico consacrato ieri in San Giovanni in Laterano, cattedrale di Roma.«Sicuro è il mio amore e il mio affetto sincero nel ringraziarvi per essere qui così numerosi». In questo modo il nuovo vescovo coadiutore di Frosinone ha salutato le diverse centinaia di fedeli che hanno voluto partecipare alla cerimonia di consacrazione presieduta dal cardinale segretari di Stato Tarcisio Bertone. «Il mio saluto – ha proseguito monsignor Spreafico – va naturalmente a monsignor Salvatore Bocaccio con il quale collaborerò nella guida della vostra diocesi. Vi chiedo di pregare che io sia un pastore secondo il cuore di Dio». Alla cerimonia erano presenti sei cardinali quaranta vescovi e l’onorevole Gianni Letta, sottosegretario ala presidenza del Consiglio, in rappresentanza del governo. Inoltre c’erano il prefetto di Frosinone, Piero Cesari, il presidente della Provincia Francesco Scalia e diversi sindaci delle città ricadenti nel territorio della diocesi. Svettavano ai lati della cattedrale i gonfaloni delle città di Frosinone, Veroli, Ferentino e Ceccano. I fedeli erano arrivati a Roma da quasi tutte le parrocchie della diocesi, organizzato dalla curia diocesana ed altri hanno raggiunto San Giovanni in Laterano con i mezzi pubblici. Monsignor Spreafico era visibilmente commosso soprattutto per l’amicizia che fino ad oggi lo ha legato alla comunità di Sant’Egidio, presente in San Giovanni al suo massimo livello a cominciare dal presidente Andrea Riccardi. Il nuovo vescovo coadiutore sarà a Frosinone, nella nuova veste, già da lunedì mattina. Dopo la cerimonia un rinfresco offerto dai fedeli del frusinate e si è svolto nei locali del vicariato.

Sabato 26, mons. Spreafico è vescovo


ROMA _ Sarà il card. Tarcisio Bertone, segretario di Stato ad ordinare vescovo oggi pomeriggio mons. Ambrogio Spreafico, coadiutore di mons. Boccaccio nella guida della diocesi di Frosinone. Il rito avrà luogo in S. Giovanni in Laterano, basilica cattedrale di Roma, ed avrà inizio alle ore 17,30. A Roma sarà presente anche una nutrita rappresentanza della diocesi di Frosinone: alcuni autobus partiranno oggi alle 14,30 dal piazzale antistante l’Episcopio alla volta della Capitale. Si tratta di quasi 400 persone che hanno fatto riferimento alla curia diocesana per partecipare all’ordinazione. Non si sa quanti altri invece arriveranno autonomamente a Roma o organizzati dalle parrocchie. Si ha notizia i gruppi che partiranno dalle parrocchie di Arnara, Ceprano, Veroli (S. Francesca), Ferentino (S. Valentino). Vi vanno aggiunti, poi, coloro che raggiungeranno la Basilica Lateranense con mezzi privati o pubblici. Alla celebrazione – animata dalla comunità di Sant’Egidio insieme al coro “Josquin des Pres” Concentus Musicus Fabraternus diretto dal M° Mauro Gizzi – prenderanno parte anche numerose autorità della nostra Diocesi: tra queste, il prefetto Cesari, alcuni sindaci e rappresentanti delle varie amministrazioni locali. Hanno assicurato la loro presenza i sindaci di Giuliano di Roma, Veroli, Boville Ernica, Torrice, Frosinone. Mons. Spreafico sarà a Frosinone già dalla prossima settimana.

Piazzale Europa cambia volto


CECCANO – Piazzale Europa, il parcheggio sulla riva destra del fiume Sacco, prospiciente S. Maria a fiume, cambia volto. Nei giorni scorsi l’amministrazione guidata dal sindaco Ciotoli ha affidato lavori che vedranno interventi radicali di riqualificazione dell’area Piazzale Europa e il raccordo stradale fino al nuovo ponte sul fiume Sacco per proseguire fin all’incrocio con Via Gaeta. Verranno regimentate le acque meteoriche, realizzati marciapiedi, installata la pubblica illuminazione simile a quella recentemente realizzata davanti al Santuario di S. Maria a fiume insieme a panchine, aiuole e relativi accessori. In Piazzale Europa sarà realizzata anche una fontana artistica. In un comunicato della segreteria del sindaco Ciotoli si legge anche che l’intera area verrà ripavimentata, insieme alle rampe d’accesso al parcheggio. Secondo Ciotoli, <<Il progetto generale completerà la serie di interventi volti alla valorizzazione dell’intero scalo ceccanese, per restituire una parte importante della città al completo e libero uso della cittadinanza. Proprio lo scalo cittadino, infatti, scrive ancora Ciotoli, con il suo ponte principale, la passerella pedonale e il Santuario, costituisce da sempre l’accesso principale alla città di Ceccano>>. Rimane inattuato però il grande progetto del parco fluviale che negli anni scorsi era stato uno dei vanti delle giunte di sinistra che si sono succedute a Palazzo Antonelli. Il parco avrebbe dovuto basarsi sulle piste ciclabili da realizzare sui nuovi argini del fiume sacco a parire dall’rea industriale sino al Ponte Berardi, integrando così tutta l’area dello scalo di Ceccano e rispondendo così compiutamente alla sfida di riappropriarsi del fiume d parte degli abitanti della cittadina fabraterna. Nessuno però, a Palazzo Antonelli, è stato in grado di seguire il progetto del parco fluviale che è caduto nel dimenticatoio come gli altri parchi realizzati e subito abbandonati, com quello astronomico e quello del Monte Siserno. In quei casi sono stati spesi anche bei soldini del danaro dei contribuenti

Nuovi presidi per le scuole della provincia


FROSINONE _ Nominati i nuovi dirigenti delle scuole della provincia: sono 12 presidi e direttori didattici vincitori di concorso che, al prossimo primo di settembre, saranno alla guida di altrettante scuole del territorio della provincia di Frosinone. Per la scuola superiore, Michele Bove dirigerà il prestigioso Liceo Classico di Arpino, il Tulliano, mentre il tecnico industriale di Frosinone Alessandro Volta avrà come preside la prof.ssa Anna Maria Greco. Al professionale Angeloni, per tanti anni affidato al preside D’Amore, andrà invece la prof.ssa Maria Teresa Valeri, ferentinate, valente storica dell’arte; all’ITC di Ceccano, che ha la sede staccata anche a Ceprano, il nuovo dirigente scolastico sarà la professoressa Concetta Senese. Ai nuovi dirigenti scolastici degli istituti superiori si aggiungono i due nuovi responsabili dei convitti presenti nel territorio della provincia: Luigi Maria Ingrosso avrà la responsabilità del Convitto Nazionale Regina Margherita di Anagni ed Eleonora Lofrese del Convitto nazionale di Arpino. Si tratta di due tra le più antiche istituzioni educative del nostro territorio. Nella scuola primaria (si chiamava prima elementare) e nella secondaria di I grado (una volta era la scuola media) sono stati nominati Silvia Daniela Iacovelli alla Rosati di Sora e Michele Di Paolo che dirigerà l’Istituto Comprensivo di Casalvieri, mentre Mario Giovanni Petraccono andrà a dirigere l’Istituto Comprensivo di Castrocielo e Mariano Monforte la Scuola Media Aldo Moro di Frosinone. Infine al I circolo didattico di Monte San Giovanni Campano è stata assegnata la dirigente Michelina Mancini. Tanti auguri di buon lavoro a tutti.

Più luce al cimitero


CECCANO – E’ stato sufficiente minacciare un esposto alla magistratura per ottenere un rapido interessamento del comune alla gestione della illuminazione votiva al cimitero. Dopo numerose proteste verbali, qualcuno ha preso carta e penn minacciando di adire le vie legali per difendere il diritto di vedere la tomba dei propi cari illuminata dalla flebile luce delle lampade votive. Quasi contemporaneamente la segreteria del sindaco rendeva noto che è <<in stato di esecuzione un piano di riqualificazione progressiva degli impianti di alimentazione elettrica delle luci votive>>. E’ lo stesso sindaco a dover riconoscere <<lo stato di obsolescenza e di deterioramento di un cospicuo numero di collegamenti elettrici, generatosi nel corso degli anni e rilevato da un recente monitoraggio eseguito dagli uffici comunali di competenza>>. Nonostante tale obsolescenza però il comune o chi per lui ha continuato ad incassare il pagamento del servizio come se fosse efficiente. Ci si sarebbe aspettato almeno un gesto di esonero dal pagamento per coloro che non avevano potuto godere del servizio. Ora il sindaco rende noto che <<per garantire il rispetto del doveroso decoro per le sepolture e la stessa incolumità per i cittadini, l’Amministrazione comunale ha determinato per l’annualità in corso un primo impegno di spesa pari a 25 mila euro. Il piano, scrive ancora il sindaco, diviso in diversi stralci operativi che interesserà un numero di sepolture pari a 150 per scaglione, – il primo di questi, presso il Cimitero Monumentale, è già stato completato la scorsa settimana – si articolerà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, fino ad esaurimento della somma messa a disposizione. Gli interventi sono volti al rifacimento integrale degli impianti oppure alla loro semplice riparazione, secondo lo stato di funzionamento il grado di usura>>.

Gizzi chiede più sorveglianza notturna


CECCANO _ Più polizia nelle ore notturne nelle strade del centro storico, telecamere contro gli atti di vandalismo, far rispettare le semplici regole del codice della strada per quanto riguarda il parcheggio e la circolazione nel centro urbano durante la notte, per evitare le corse forsennate di auto e di moto in sfida tra loro, verifica di quanto accade, sempre di notte, in Piazza XXV e nelle aree adiacenti, in particolare Vicolo Cantarelli, dove la situazione di bivacco creata da alcuni giovani è inaccettabile. Queste le proposte di Stefano Gizzi, consigliere di opposizione a Palazzo Antonelli per sconfiggere gli episodi di microcriminalità.

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

Jonathan Wylie

Digital Learning Consultant

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: