Communicatio facit domum ac civitatem

Mal’aria, Frosinone, Ceccano, Cassino, polveri alle stelle


300 per cento in più rispetto al massimo dei valori consentiti a Frosinone, 250 a Ceccano, 200 a Cassino: sono i valori percentuali della mal’aria che respiriamo ogni giorno nel più totale disinteresse delle autorità competenti, eppure anche loro respirano la stessa aria. Ecco il drammatico risultato delle rilevazioni relative al 1° dicembre:

aria-1-dicem

 

Ceccano, un omaggio a Sandro Di Stefano, 2 dicembre, ore 17


Ha vinto il premio Berenice 2016 e così l’Associazione Cine@arte ha deciso di dargli un riconoscimento. Sandro Di Stefano, il musicista compositore, sarà premiato nella sala consiliare di Ceccano alle ore 17 del 2 dicembre.

distef

 

Frosinone, i 500 mila euro contro le pm10 serviranno a pagare la multa della Comunità


polveri_sottili_800_800Lo afferma l’Associazione Civis: i 500.000 Euro destinati a Frosinone hanno la seguente motivazione: “per la procedura d’infrazione relativa alla Valle del Sacco”.  Quindi non soltanto poche bricole ma anche la beffa. Ecco il comunicato dell’associazione:  E’ stata pubblicata oggi sul BUR Lazio, la Delibera di Giunta Regionale n.688 del 01/12/2016 preannunciata nei giorni scorsi dall’amministrazione regionale che aveva magnificato un grande piano di investimenti per “l’aria pulita”. Sapevamo già che alla Valle del Sacco erano state destinate le briciole, 3.5 milioni di Euro da suddividere per circa 80 Comuni (una media di 43.750 Euro per Comune) oltre a 500.000 Euro per la città di Frosinone. Ma la lettura della Delibera 688, che pubblichiamo, riserva qualche ulteriore “sorpresa”. In realtà i 500.000 Euro destinati a Frosinone hanno la seguente motivazione: “per la procedura d’infrazione relativa alla Valle del Sacco”. Si scopre così che la procedura d’infrazione n.2471 del 2014 e di cui all’elenco pubblicato dal dipartimento delle Politiche Europee, http://eurinfra.politichecomunitarie.it/ElencoAreaLibera.aspx, riguarda anche i superamenti del PM10 nella Valle del Sacco negli anni dal 2008 e fino al 2013, come del resto riportato nella DGR 132/2016 contenente il rapporto sulle infrazioni alle direttive europee che riguardano la Regione Lazio.

Leggi tutto…

Fieri della propria impronta digitale, imparare a documentare e a pubblicare sul web, un corso al Liceo di Ceccano


gjc2Tutti noi lo facciamo: se dobbiamo incontrare qualcuno, o saperne di più su una persona facciamo il googlin‘, cerchiamo su internet. E’ la reputazione digitale di ciascuno di noi: da tale reputazione può dipendere il lavoro, un’opportunità, un’occasione che spesso si bruciano proprio perché non siamo stati attenti alla nostra impronta digitale. Per tale ragione il Liceo di Ceccano ha deciso di insegnare a tutti i suoi alunni, cominciando da quelli impegnati nell’alternanza scuola lavoro, a documentare la propria attività sul web e a presentare i loro lavori in maniera che possano essere apprezzati nel modo migliore, attraverso i canali che comunemente utilizziamo su internet. A ciascun alunno infatti, grazie a G. suite, le app di Google per la scuola, vengono date la possibilità di documentare digitalmente tutta la propria attività ed uno strumento di presentazione sul web in cui valorizzare le cose migliori, un vero portfolio elettronico che metta in evidenza le capacità, le competenze, i talenti di ciascuno. E’ una delle competenze più importanti per vivere e lavorare nel XXI secolo. La formazione è curata dall’Associazione Sirio ed è effettuata con le applicazioni già in possesso di ciascuno studente ed utilizzabili direttamente dallo smartphone

Ceccano, 1° dicembre 1951, come Aleppo, Mossul, Sarajevo…


dicembre51Nicolina, mentre si sta avvicinando alla fontana, ha la sensazione di sentire in lontananza le voci gioiose dei ragazzi che stanno arrivando. E’ solo un attimo, una rapida percezione perché subito si vede un lampo in cielo accompagnato da un grande scoppio. La tragedia si consuma in località chiamata Vigna Leone. In un batter d’occhio i cinque bambini: Francesca Cristofanilli di undici anni, Domenico Mastrogiacomo di otto anni, Giuseppe Ciotoli di dieci anni, i fratelli Vincenzo e Giuseppe Di Pofi, rispettivamente di dieci e di dodici anni, rimangono per terra, su pochi metri quadrati, senza vita.

1° dicembre 1951 – la follia della guerra continua 6 anni dopo la sua fine, 5 ragazzini di Ceccano spazzati via da un resuato bellico. Eccone il racconto:

di Angelino Loffredi

Era un pomeriggio di sabato, umido e triste. Il sole era gia scomparso dal cielo e velocemente scendeva la sera quando cinque ragazzi, insieme ad altri, escono dalla scuola: una misera stanza, fredda ed umida, di proprietà Cristofanilli, situata lungo via Morolense, proprio davanti l’attuale ingresso alla strada Asi. Si dirigono felici verso casa assaporando già il giorno della festa domenicale: un giorno per loro senza scuola, da scorrazzare liberamente fra i prati. Le loro abitazioni si trovano nell’estrema periferia di Ceccano, a ridosso del comune di Patrica. Il tratto da percorrere è di circa un chilometro. Lungo la strada si mostrano allegri, indecisi se accelerare il passo o fermarsi a giocare per recuperare un po’ di vivacità compressa in quelle lunghe ore di lezione sacrificati in una pluriclasse e sempre sotto la minaccia dell’arrivo di qualche imprevista bacchettata. Mentre i ragazzi sono già in marcia, dalla casa colonica di uno di questi scolari, Nicolina Maura, madre di Giuseppe Ciotoli, sta uscendo per andare incontro al gruppo con un concone sulla testa ed il figlio piccolo, Antonio in braccio. Compito che svolge abitualmente in concomitanza con l’uscita dalla scuola del figlio.
Di solito la madre si riunisce al figlio ed agli altri ragazzi proprio quando il concone si è riempito d’acqua della fontana della Botte, situata nelle vicinanze. Tutti insieme poi sereni e tranquilli possono fare il tratto di strada che li separa da casa.

continua a leggere qui 

Non è un gioco, cittadini sulla strada per salvare la vita

30 novembre 2016 Lascia un commento

manifesto-due-mari-di-sicurezzaPrimo soccorso, gestione delle emergenze, comunicazione, soccorso stradale, educazione stradale, sicurezza stradale, legislazione (codice della strada) ed altre tematiche connesse alla sicurezza stradale: questi i temi dell’incontro che una serie di esperti terranno giovedì 1° dicembre al Liceo di Ceccano per aiutare gli studenti ad essere cittadini consapevoli dell’utilizzo delle strade sia come pedoni che come ciclisti, motociclisti, automobilisti. L’iniziativa è della Presidenza del Consiglio tramite l’Associazione Generale delle Cooperative Italiane.

Ceccano, omaggio a Mastroianni, Ociciornie all’Antares il 1° dicembre

30 novembre 2016 Lascia un commento

Serata di grande cinema all’Antares di Ceccano,  giovedì 1° dicembre, alle ore 20,30 per la proiezione di Oci Ciornie di Nikita Michalkov. L’iniziativa è dell’Associazione Cinearte

ociciornie

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA Esperta in Disturbi d'ansia-Attacchi di Panico e Psicologia della Coppia

Jonathan Wylie: Instructional Technology Consultant

Edtech Tools & Strategies for Teachers

Classe Digitale

Lezioni Collaborative nella Scuola 2.0 - Web Spazio di approfondimento della Classe 3A

Lo scrittore impenitente di Federico Calafati

I miei racconti vi daranno un pugno nello stomaco, preparatevi!

Lim e dintorni

un blog sull'uso delle lavagne multimediali

Monticiana

Per amore e per ridere.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: