Communicatio facit domum ac civitatem

Ceccano, i funzionari battono il commissario

20 settembre 2014 Lascia un commento

edoardo4Annullato il provvedimento di nomina del valutatore dei dirigenti al comune di Ceccano: il sub commissario Anna Filippi ha revocato l’atto con cui il commissario D’Alascio aveva provveduto alla nomina di un valutatore per stabilire l’attribuzione dei premi di risultato ai dirigenti del comune. L’incredibile vicenda, che vede in atto uno scontro tutto amministrativo tra funzionari della stessa prefettura, si conclude con un atto di autotutela da parte del Commissario reggente, che alla vigilia della nomina del nuovo Commissario, il 5 settembre ha revocato l’atto emanato dal Commissario che insieme con lei stava amministrandopiazza2 Ceccano. Nelle motivazioni dell’atto di revoca della nomina del dott. Ippoliti a componente dell’organismo monocratico di valutazione,  si cita una lettera del segretario generale del Comune di Ceccano che avrebbe appunto sostenuto l’illegittimità dell’atto di D’Alascio in quanto non adeguatamente motivato, mancante del parere dell’autorità per l’anticorruzione, e per eccesso di spesa. Su questa base il sub Commissario Filippi ha annullato il decreto di D’Alascio in quanto illegittimo per violazione di norme.

Neppure i funzionari della prefettura vanno d’accordo fra loro: sarà interessante adesso vedere cosa farà il nuovo Commissario. Nominerà il componente monocratico? Si asterrà dal farlo?  In ogni caso dovrà smentire uno dei suoi colleghi. Viva la certezza del diritto!

Francesco Battista a 20 anni dalla morte

20 settembre 2014 Lascia un commento

20 anni fa, il 20 settembre del 1994 moriva Francesco Battista, primo presidente dell’Area di Sviluppo Industriale di Frosinone, leader storico della Democrazia Cristiana, sindaco a Ceccano, uno degli uomini più in vista della politica in provincia di Frosinone. Francesco Battista meriterebbe davvero uno studio storico per comprenderne gli elementi di forza e quelli di debolezza. Vogliamo ricordarlo con due fotografie degli anni 60

 

Camera dei Deputati, 90 funzionari hanno uno stipendio superiore al Presidente

20 settembre 2014 Lascia un commento

Camera - Question timeE i sindacati continuano a difenderli: stamane i giornali riportano la notizia che ben 90 funzionari di Montecitorio hanno una retribuzione che supera quella del Presidente della Repubblica, 260 mila euro l’anno. Di fronte ai timidi tentativi di riportare le cose sulla terra, i poveri lavoratori di Montecitorio hanno dichiarato lo stato di agitazione.

Sindone, ostensione a Torino dal 19 aprile

19 settembre 2014 Lascia un commento

Tornerà ad essere mostrata al mondo a Torino dal 19 aprile al 24 giugno 2015. Sessantasette giorni per ammirare il grande mistero della Sindone, il Sacro velo tessuto a spina di pesce delle dimensioni di circa m. 4,41 x 1,13, contenente la doppia immagine accostata per il capo del cadavere di un uomo morto in seguito ad una serie di torture culminate con la crocefissione.

Galileo Galilei, santo patrono dell’innovazione

19 settembre 2014 Lascia un commento

di Pietro Giandonato

Molte delle idee e dei passaggi che vi propongo in questo articolo sono liberamente tratti e tradotti da un post pubblicato su Edutopia, e che merita di essere diffuso anche qui in Italia. Parla di come coltivare la mentalità innovativa tra i nostri studenti, direttamente nelle classi.

Saper innovare è saper costruire

L’autore è Glen Tripp, che nel 2002 -ancora studente a Stanford- assieme ad alcuni amici intuirono che il mondo aveva bisogno di più innovatori e “problem solver”. C’era bisogno di creare opportunità per integrare ciò che i ragazzi imparano durante il canonico insegnamento scolastico con una nuova e intensa esperienza, quella di avvicinarsi senza timore e con creatività all’apprendimento, esattamente come autentici innovatori. E così nacqueGalileo Learning.

Si tratta di una rete costituita attualmente da 42 innovation camp, dislocati nell’area di San Francisco, USA. Le attività che li caratterizza sono basate sull’Approccio Galileo all’Innovazione (abbreviato in “GIA”), un distillato ditutto ciò che i bambini hanno bisogno di imparare per immaginare e creare un mondo migliore, ovvero acquisire la mentalità innovativa, la conoscenza e attuare i processi.

I ragazzi interiorizzano l’approccio Galileo attraverso una serie infinita di progetti artistici, esperimenti scientifici e attività all’aria aperta. Pare che i genitori dei bambini che partecipano agli innovator camp GIA affermino i loro figli trasudano una fiducia ritrovata. Non hanno più paura di sbagliare, consapevoli del fatto che gli errori fanno parte del percorso naturale per arrivare ad affinare le loro idee. E continuano a creare opere d’arte e inventare aggeggi mediante un approccio problem-solving con materiali riciclabili anche a casa propria, molto tempo dopo aver terminato il campo estivo.

Continua a leggere qui http://insegnantiduepuntozero.wordpress.com/2014/09/18/come-coltivare-la-mentalita-innovativa-nei-nostri-ragazzi/

Divorziati risposati e comunione, grande dibattito nella Chiesa

19 settembre 2014 Lascia un commento

Perché i preti non possono sposarsi?di Alberto Chiara

Il primo a intervenire è stato Aldo, alle 11,22 del 15 marzo, un sabato. Era appena uscita nel nostro sito l’intervista rilasciata a Famiglia Cristiana dal cardinale Walter Kasper  il quale, preso atto dell’abisso che c’è tra la dottrina della Chiesa sulla famiglia e il vissuto reale dei cristiani, faceva una serie di riflessioni e tracciava un solco, preciso: «Non si può modificare la parola di Gesù, che è vincolante. La dottrina del matrimonio non muta, è la disciplina che deve tener conto delle nuove realtà, caso per caso».  Alla fine abbiamo voluto formulare una domanda (E’ giusto che la Chiesa dia la Comunione a divorziati e risposati?) proposta  ben sapendo che il problema sarà soltanto uno tra i tanti che verranno dibattuti al Sinodo, non certo l’unico, ma consci altresì che la questione interroga le coscienze, genera risposte differenti,  spesso diametralmente opposte, fa soffrire e causa in molti l’allontanamento dalla Chiesa, se non addirittura dalla fede,  di molti.

continua a leggere qui http://www.famigliacristiana.it/articolo/e–accaduto-a-me-divorziati-risposati-la-parola-ai-lettori.aspx

I giovani ci sono sfuggiti e non li capiamo più

19 settembre 2014 Lascia un commento

giovani lavorpUn interessante intervento di don Antonio Mazzi sull’omicidio suicidio dei due giovani Pietro Maxymilian e Alessandra

Faccio sempre più fatica a commentare i drammi che, quotidianamente, accadono nel mondo dei giovani. Dobbiamo essere onesti nel dire che i giovani ci sono sfuggiti e non li capiamo più. Credevamo di sapere tutto. Soprattutto noi che viviamo queste tragedie ventiquattro ore su ventiquattro, ogni volta balbettiamo e rimaniamo tristemente travolti. Il fatto poi dei due che si sono buttati nel vuoto è ancora più “spaventoso”. Molti hanno commentato la lettera impazzita di Pietro Maxymilian. Cosa nascondesse il cuore e la testa del ventenne, Dio lo sa. Io non riesco a trovare lì dentro qualcosa che si avvicini al dolore, all’amore. L’anima era veramente scappata da Max. Però, se leggo la sua storia, la fragilità, l’adozione, i tentati suicidi, la frantumazione della seconda famiglia, mi fermo e nella testa mi compaiono domande, dubbi, coincidenze, fatalità, stranezze.

continua a leggere qui http://www.famigliacristiana.it/articolo/don-mazzi-.aspx

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.354 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: